Ai meravigliosi Laghetti di Colbricon

Tanta neve fresca e giornate meravigliose: una delle mete imperdibili di questo periodo potrebbe proprio essere Passo Rolle! Vi abbiamo già raccontato la bellissima escursione a Baita Segantini e quella nel Parco di Paneveggio – Pale di San Martino, per vedere da vicino i cervi, ma un’altro incredibile percorso  assolutamente da non perdere è quello ai Laghetti di Colbricon “winter edition” (perchè anche in estate il fascino è enorme). Tenete come riferimento Malga Rolle, ottima alternativa per mangiare e comprare formaggi locali: attraversate la strada e scendete verso gli impianti di risalita. Anche con tanta neve  di solito viene tutto battuto con il gatto delle nevi. Arrivati in fondo alla discesa prendete il sentiero nel bosco a destra: sempre consigliato avere le ciaspole, ma spesso bastano solo gli scarponcini. Lo scenario è incantato: tanta quiete (magari il weekend un po’ meno, ma merita lo stesso!), una foresta unica al mondo – da cui si ricavano ancora oggi i più importanti violini – e un’atmosfera degna delle migliori fiabe.

DSC_1875

La passeggiata è piuttosto semplice: meno di un’ora anche andando con calma. La prima metà è nel bosco, poi piano piano gli alberi si diradano e la valle si apre fino ad arrivare al Rifugio Laghi di Colbricon (1927 metri), d’inverno chiuso (ma anche in estate vi consiglio per mangiare di tornare a Malga Rolle, qui le recensioni di Tripadvisor). I laghetti ovviamente non sono visibili, coperti da tantissima neve, ma il paesaggio è un incanto.

DSC_1895

Si torna indietro sullo stesso percorso. Se siete nei paraggi il giovedì ricordate che potete vedere i cani da soccorso della Guardia di Finanza in azione durante una simulazione. Esperienza da non perdere!

1 CommentoLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Simple Share Buttons