Il Trentino dei Bambini

Alle Cascate di Ravina: meraviglie naturali

orrido-di-ravina-3

Quando il tempo un po’ incerto, non si sa cosa fare: andare troppo lontano è fuori discussione perché si rischia di essere sorpresi da un temporale, d’altra parte stare a casa… che noia!

In questi casi le passeggiate vicino alla città (ne trovate alcune in questo nostro articolo) ci vengono puntualmente in soccorso. La cosa bella è che non si finisce mai di trovarne di nuove… recentemente abbiamo scoperto le cascate di Ravina ad esempio!

13401319_10209336857762709_1764714800_n

Si trovano proprio alla fine della strada che costeggia il paese vecchio, si parcheggia la macchina in uno dei tanti posti segnati e poi impossibile sbagliare: si segue lo scroscio dell’acqua che si infrange sulle rocce! La prima cascata è proprio a pochi passi.

Piccola ma non per questo meno maestosa di altri muri d’acqua, circondata da un fitto bosco di latifoglie fa dimenticare subito di essere solo a pochi minuti (in macchina) dal centro città.

Poco più avanti si raggiunge un’altra cascata più grande e l’abbiamo ammirata da tutte le angolazioni.

orrido-di-ravina-9
Abbiamo saltellato sui sassi (ok, io sono anche finita dentro l’acqua, ma questo ha reso tutto ancora più coreografico) ed esplorato i dintorni… una meraviglia, sembrava davvero di essere in un bosco di montagna!
orrido-di-ravina-19

Seguendo il sentiero siamo arrivati in uno spiazzo abbastanza largo da poter stendere le nostre coperte per un picnic. L’entusiasmo dei bambini ci ha fatto capire una volta di più che a volte basta davvero poco per renderli felici!

orrido-di-ravina-22

Dal parcheggio abbiamo visto segnalati un paio di sentieri che hanno attratto la nostra curiosità. A solo una mezz’oretta di cammino avremmo trovato il Pian delle Camozze, poco importa cosa fosse… Quello che volevamo era partire all’avventura!

Il sentiero mano a mano che si sale è sdrucciolevole e scivoloso, non adatto ai bambini troppo inesperti, ma noi ci siamo stati con quattro cuccioli dai 4 ai 9 anni e non hanno avuto nessun problema.

Ad un certo punto abbiamo trovato una radura con panche e tavoli (un po’ sepolti dall’erba ma raggiungibili): il pian delle Camozze? Boh! In ogni caso abbiamo seguito per un altro tratto di strada.

Proseguendo (distanza dall’inzio del sentiero 2 ore) avremmo raggiunto la bocca del lupo, ma abbiamo letto che la via è piuttosto impegnativa, in ogni caso quando ci siamo stufati di salire siamo semplicemente tornati indietro.

orrido-di-ravina-19

Qui state attenti perché i tratti esposti potrebbero essere un po’ pericolosi, ma come ho detto prima noi con quattro bambini non abbiamo avuto nessun problema.

Una bella avventura davvero a due passi dalla città. E’ bello scoprire che intorno a noi, ci sono posti meravigliosi raggiungibili anche con i mezzi pubblici.

Simple Share Buttons