Il Trentino dei Bambini

Legno, giochi e magia secondo Kidsonthetree

Se vi dicessero di scegliere d’istinto fra un oggetto di legno e uno di plastica voi cosa scegliereste? Sarebbe interessante saperlo, ma la cosa più interessante è sapere che Kidsonthetree (il nome la dice lunga) sceglie di sicuro il legno. Anti-plasitca in assoluto? Certo che no! Riconoscere i lati positivi degli altri materiali è doveroso, d’altronde è chiaro che con la plastica si possono produrre oggetti, tra cui i giochi, impensabili attraverso il legno. Questione di scelte, in ogni caso. Kidsonthetree ha fatto la sua: e legno sia! 

 

Kidsonthetree si preoccupa sempre di comprendere quale sia il processo di produzione e il concept che muove i produttori che sceglie e per questo, nel tempo, cercando di capire cosa sia veramente importante nella produzione di giocattoli in legno ha potuto comprendere che svolgono un ruolo fondamentale, oltre all’attenzione e la cura nella selezione del legno da cui iniziare la produzione dei giocattoli, anche la selezione dei colori per dipingere il legno e tutte le lavorazioni aggiuntive che rendono il prodotto migliore al tatto.

Wodibow – Blocchi di legno

Cosa c’è di importante nella selezione del legno? L’etica in primis. Molti dei produttori con cui Kidsonthetree lavora hanno scelto di utilizzare solamente legno proveniente da foreste gestite in modo responsabile: per ogni albero tagliato corrisponde almeno un nuovo albero piantato. Certamente è importantissimo dal punto di vista ambientale, ma questo ha senza dubbio un risvolto anche che dal punto di vista economico: ridurre la richiesta di materiali derivati dal petrolio e scegliere di preservare l’ambiente porta a costi superiori, ma ne vale sicuramente la pena. É un pensiero lungimirante ed eticamente corretto che va riconosciuto a questo marchio per i bambini che pensa anche al futuro dei nostri bambini.

Stessa cosa per quanto riguarda i colori e le lavorazioni: Kidsonthetree preferisce dichiaratamente quei produttori che studiano processi di produzione sostenibili e utilizzano materiali il più naturali possibili per la finitura del legno come la cera d’api, l’olio di oliva oppure olii botanici di origine naturale, colori a base d’acqua che normalmente sono meno coprenti e lasciano vedere la venatura del legno, restituendo anche al bambino una sensazione di doverosa naturalezza. Bella l’immagine del materiale che “invecchia” grazie a queste scelte, fa tornare in mente quei giochi che si usavano un tempo, che registravano sulla loro superficie, nel loro odore, nei loro colori tutti gli eventi, i giochi, i ricordi dei bambini e una volta riscoperti da adulti (chi non ha mai aperto una scatola con vecchi giochi in legno, come i semplici cubi per esempio,  e non è stato avvolto da quel famigliare profumo di legno? Meraviglia!). Dicono bene da Kdisonthetree: “I giocattoli di legno sono fatti per invecchiare con chi li ha posseduti, diventando come una sorta di eredità.” 

Quando deciderete di acquistare un giocattolo di legno assicuratevi di poterne vedere le venature, annusatelo, verificate la provenienza del legno da foreste controllate e saprete se quel giocattolo è degno di essere considerato un giocattolo in legno di valore. Dal catalogo online di Kidsonthetree certo non potrete annusare o vedere da vicino il prodotto, ma il concetto che muove questo marchio è già fonte di garanzia e sicuramente tante delle numerose proposte di wood toys rispettano questi critieri importanti. Volete dare un’occhiata ai prodotti? Sbirciate il sito www.kidsonthetree.com e vi farete un’idea sulla bellezza dei giocattoli che vi vengono proposti. 

 

Simple Share Buttons