SISTEMA CHESS: osservare per educare

Oggi trattiamo un argomento particolarmente importante per il futuro dei bambini e soprattutto per la loro educazione. Si tratta di un sistema per il monitoraggio degli esiti educativi nella prima infanzia denominato “SISTEMA CHESS” che abbiamo conosciuto nel corso della nostra ultima manifestazione a Trento Fiere. E’ un sistema molto interessante che permette di monitorare gli esiti educativi della prima infanzia raccogliendo un insieme di elementi trasversali osservabili facilmente in qualsiasi bambino. Sarà così possibileuna visione d’insieme sull’acquisizione di competenze a livello individuale e di gruppo nei bambini di fascia 0-6. Cerchiamo di spiegarvelo meglio.

CHI PUO’ ESSERE INTERESSATO A QUESTO SISTEMA?

Questo articolo si rivolge in maniera particolare a:

  • tutti gli educatori e gli insegnanti che operano negli asili nido e della scuola dell’infanzia,
  • ai coordinatori pedagogici d’istituto,
  • ai genitori dei bimbi iscritti (o che si iscriveranno) a queste realtà educative.

CHE COS’È ESATTAMENTE “CHESS”?

CHESS (acronimo di “CHild Evaluation Support System”) è un sistema per il monitoraggio degli esiti educativi nei servizi della prima infanzia. Si tratta di uno strumento che ogni asilo nido e scuola dell’infanzia può adottare per supportare il lavoro dell’educatore e per condividere il proprio progetto educativo con la famiglia di origine del bambino.

COME FUNZIONA?

CHESS è basato sull’osservazione. Agli educatori prima, e ai genitori poi, viene chiesto di monitorare le competenze acquisite da ogni singolo bambino all’interno di specifiche aree di apprendimento (es. autonomia, motricità, area cognitiva, la percezione di sé ecc.). Solo dopo aver attentamente monitorato ogni singolo bimbo ed aver scattato la “fotografia” delle sue competenze ad inizio anno scolastico, viene creato un progetto pedagogico che è individuale per ogni alunno senza perdere di vista il gruppo classe. Tale progetto viene creato non solo sulla base dei risultati raccolti da parte dagli educatori, ma anche sulla base di un questionario di percezione proposto anche ai genitori. Questo questionario, pur variando per modalità di compilazione, osserva i medesimi traguardi di competenza raggiunti dal bambino a scuola o a casa. Le azioni educative sono quindi il frutto di un colloquio educatore-genitore in cui si condividono i traguardi già raggiunti dal bambino con gli obiettivi che sia scuola che famiglia si pongono nell’immediato futuro. Il questionario di osservazione verrà utilizzato almeno due volte all’anno per monitorare l’evoluzione del bambino ed eventualmente riaggiustare il progetto pedagogico.

PERCHÉ “CHESS” CI PIACE:

  • permette di applicare un medesimo sistema di monitoraggio dei risultati dei nostri figli nella prima infanzia superando la discontinuità pedagogica che spesso si crea nel passaggio da asilo nido alla scuola materna.
  • stravolge l’ottica con cui viene creato il progetto educativo dei nostri figli. PRIMA si osservano le loro competenze e le loro abilità e POI si stabilisce come agire, individualmente per ogni bambino.
  • coinvolge nello stesso progetto educatori e genitori. In questo modo le due realtà educative in cui ogni bambino è immerso dialogano utilizzando lo stesso linguaggio e guardano ai medesimi obiettivi. Questo facilita anche il dialogo tra scuola e famiglia che spesso viene trascurato.

ATTENZIONE! Se tutto quanto detto finora vi appare troppo rigido e schematico, vi assicuriamo che “CHESS” non ha nessuna intenzione di essere un sistema diagnostico e coercitivo nei confronti dei bambini. Anzi,proprio l’attenzione data all’osservazione di ogni alunno permette di sviluppare una crescita armonica con i tempi e le capacità di ogni individuo.

“CHESS” OGGI

Sistema CHESS è nato grazie ad una sperimentazione finanziata dalla Regione Veneto che ha coinvolto 14 scuole e oltre 700 bambini. Ad oggi il sistema è molto diffuso in Veneto e attualmente sono quattro gli istituti trentini che hanno scelto di adottarlo, ma potrebbero essere molti di più! I costi per l’adozione del sistema sono molto contenuti e la formazione necessaria per iniziare ad usarlo è spesso finanziabile con i fondi formativi a cui ogni istituto può attingere.

Social IT, azienda trentina specializzata nello sviluppo di soluzioni informatiche per il settore socio-sanitario ed educativo, in quanto partner dell’azienda veneta Studio VEGA è l’unica società autorizzata alla distribuzione di Sistema Chess ed è società accreditata all’attività formativa.

Per avere un’idea maggiore su costi, funzionamento e finalità di CHESS visitate il sito www.sistemachess.it o contattate Giulia Onorati alla seguente email giulia.onorati@socialit.it

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Simple Share Buttons