Il Trentino dei Bambini

Val Campo di Dentro e Rifugio Tre Scarperi

Quella che vi proponiamo oggi è un’escursione adatta a chi di voi ama il grandi panorami dolomitici. Siamo nel Parco Naturale Tre Cime, in Alta Val Pusteria, in un contesto unico abbracciato dalle Dolomiti patrimonio UNESCO. La Val Campo di Dentro è senza dubbio una delle più belle vallate alpine di tutto l’Alto Adige, immense distese di larici, tante romantiche baite per salire su, su fino a quando il panorama si trasforma in un anfiteatro roccioso dall’aspetto lunare.

La nostra meta è un rifugio altrettanto spettacolare: stiamo parlando del Rifugio Tre Scarperi, punto di partenza per gli escursionisti più esperti che vogliono raggiungere quote più elevate come ad esempio il Rifugio Baranci a quasi 3000 metri. Noi con i nostri bambini al seguito ci accontentiamo invece di raggiungere questo bel posto per rilassarci, godere dell’ottima cucina e giocare un po’ all’aria aperta. Tra l’altro l’itinerario è adatto anche ad essere percorso con passeggini da trekking, quindi: avanti tutta!

Possiamo posteggiare nell’ampio parcheggio gratuito per la la Val Campo di Dentro, che si trova a metà strada tra San Candido e Sesto (un paio di ore in auto da Trento). Da qui nel periodo estivo (da fine giugno fino all’8 ottobre) è attivo un servizio di autobus di linea (a pagamento – attenzione perchè a mezzogiorno il servizio fa pausa per un’ora e trenta!) che vi condurrà ogni mezz’ora fino al parcheggio Antoniusstein (2 km sotto il rifugio). Da qui al Rifugio impiegherete una ventina di minuti circa, l’ideale se avete con voi piccoli camminatori inerba. Nei rimaneti periodi dell’anno potrete invece arrivare con l’auto fino al pacheggio intermedio e proseguire a piedi per circa 4 km (un’ora di cammino). Noi, dato che avevamo Bianca in passeggino, abbiamo scelto di prendere il bus navetta all’andata e poi siamo scesi a piedi fino al parcheggio al ritorno (in meno di un’ora e trenta sarete alla vostra auto).

Il sentiero fino al Rifugio Tre Scarperi, situato a 1.626 m, si sviluppa costantemente con una leggera pendenza. La valle è completamente esposta al sole, ottimo quindi se viaggiate al primo mattino o nelle mezze stagioni, ma tenetelo ben in considerazione prima di avventurarvi sotto il caldo cocente di agosto 😉 ! La vista che si aprirà ai vostri occhi una volta superata la valle rocciosa sarà unica! Il rifugio sorge a sinistra, un po’ nascosto dal bosco e dalla roccia, quasi avesse timore di disturbare quel splendido quadro dipinto che si trova alle sue spalle. Un pittore non potrebbe dipingere cartolina più bella con la romantica cappella e la stradina bianca che si perde nei pascoli verdissimi al cospetto delle maestose Dolomiti. Arrivati qui non potrete che respirare aria di relax!

Come ogni rifugio altoatesino che si rispetti anche al Rifugio Tre Scarperi abbiamo trovato una bella area giochi esterna. Qui Bianca si è divertita un mondo a giocare nella sabbiera, sugli scivoli e a dondolarsi sulle altalene. Per i grandi non manca neppure una comoda amaca per respirare l’aria di montagna in pieno relax…

Il Rifugio è ormai diventato anche una meta classica per i buongustai. I piatti che abbiamo visto uscire dalla cucina erano abbondanti, ben presentati e molto molto invitanti. Purtroppo noi ci eravamo già organizzati per pranzare al sacco, ma Bianca si è gustata comunque il suo bel piattone di pasta! Se volete qui trovate tutti i lusinghieri commenti lasciato su Tripadvisor!

Il Rifugio Tre Scarperi è aperto fino all’8 ottobre 2017. Poi pausa e si riapre da inizio dicembre a inizio aprile quando la strada per raggiungerlo diventa una divertente pista per slittini… qui tutte le info.

Contatti: Rifugio Tre Scarperi 0474 966610 www.drei-schuster-huette.com

Simple Share Buttons