Cosmo Cartoons al MUSE: Universo “pop”

Lo possiamo dire: quella che verrà ospitata dal MUSE fino al 14 giugno 2020 è davvero una mostra ricca di informazioni ma anche perfetta per tante fasce d’età, in particolare l’età della noia, in cui poco riesce a destare curiosità! Qui l’unione fra il fascino della conquista dello spazio da parte delle potenze mondiali e i fumetti rende la cosa davvero speciale! Noi ci siamo stati con un undicenne e a dire il vero se avessimo ascoltato la sua sete di informazioni saremmo ancora dentro al museo! Il  MUSE  anche questa volta ci ha saputi stupire!  Come vi diciamo spesso le mostre temporanee del MUSE trasformano una mostra in un’incredibile esperienza dove imparare cose nuove, divertendosi.

Il nostro consiglio? Visitatela con la guida perchè se anche da soli è bello, resterete a bocca aperta nel sentire “quante ne sanno” i pilots (la visita guidata alla mostra è possibile: sabato, domenica e festivi ore 12 e 16 e costa 4 € oltre al biglietto d’ingresso al museo). 

Appena entrati alla mostra non potete non rimanere affascinati dal maxischermo che vi illustra visivamente in un viaggio in time-lapse degno di nota, le distanze, gli anni luce e tutte quelle cose “mega” che i bambini fanno fatica ad individuare in autonomia.

Ma se vi sembra già di esservi già stupiti abbastanza con questa geniale trovata vi sbagliate! Appena si entra negli spazi successivi si viene trasportati nel mondo della conquista dello spazio, in particolare della luna, attrverso simulazioni, libri, video e soprattutto l’allestimento che è il protagonista della mostra, a nostro avviso. In ogni angolo, in alto in basso e persino sul pavimento potete trovare informazioni, stimoli e curiosità sulle missioni spaziali e anche sugli aneddotti più “pop culture”. La linea del tempo che associa l’uscita di film famosi, spesso avveniristici, a scoperte spaziali è spassosa e interessante, ma anche le vignette con Linus e tutte le copertine dei giornali anni ’60 appesi alle pareti. Super la riproduzione di un salotto vintage che vi farà fare un salto indietro nel tempo a quello che le famiglie devono aver vissuto nel vedere lo sbarco sulla luna  in TV!

Ma non basta ancora perchè qui alla mostra (e anche alla nostra fiera di gennaio, attenzione :P) potrete toccare niente poco di meno che un frammento di luna! WOW!

Scoprire insieme la distanza che ci separa da questo incredibile satellite e, perchè no, percorrerne un pezzettino su un tapis roulant e contribuire, almeno mentalmente, ad accorciare le distanze è proprio quella che si puà denfinire un’esperienza unica.

Rimarete stupiti anche da quante cose incredibili  studiano gli astronauti nello spazio e trovare tante curiosità legate al nostro quotidiano. Per esempio: lo sapete perchè le patatine Pringles hanno quella forma così originale? No? Ah, vi tocca assolutamente andare a vedere la mostra per scoprirlo. Così capirete che tantissimi oggetti che utilizzate giornalmente altro non sono che derivati dalle ricerche degli astronauti.

Se vi incuriosisce sapere cosa si prova a stare sulla ISS (Sulla Stazione Spaziale Internazionale) qui alla mostra potete provare! Perchè entrando in un’apposita stanza vi troverete sbalzati in cielo, a guardare quello che guardano anche gli astronauti. Forte no? Altro che panorama montano!

E che divertimento provare e studiare le tante leggi della fisica che vengono stravolte e utilizzate in orbuita, attraverso i giochi che sono allestiti nella mostra. Ci si può davvero mettere alla prova per capire che se si è preparati sui pianeti, i buchi neri, la gravità e tutte quelle nozioni che approssimativamente conosciamo tutti ma che poi effettivamente non sappaimo approfondire. Ci sono persino riproduzioni con i mattonicini LEGO® della ISS ma anche,  più futuristiche, di una possibile base spaziale.

E se vi dicessimo che abbiamo paralto con qualcuno nello spazio e ascoltato i segnali? Ovvio che non ci credete ma.. tutto quello che si può scoprire delle intercettazioni e anche della fantasia che questi argomenti hanno scatenato in registi, scrittori e fumettisti è davvero incredibile! Molte citazioni, tanti giochi e anche postazioni dove divertirsi con videogame ad hoc.

Insomma, questa è decisamente una mostra da vivere e da scoprire che consigliamo a tutti, adulti compresi e soprattutto per gli appassionati di fumetti, spazio, alieni, viaggi interstellari e chi più ne ha più ne metta, perchè entrati dalla porta speciale che vi conduce alla mostra scoprirete che quello che spesso vediamo al cinema o leggiamo sui fumetti è sì frutto di fantasia, ma anche di tante combinazioni di conoscenza. Ci è proprio piaciuto e uscire dalla “porta” è stato divertente ma…triste!

Per vedere la mostra in autonomia (anche se come detto sopra vi consigliamo la visita guidata), potete accedere al muse negli orari di apertura e, senza aggiunta di prezzo rispetto al biglietto d’ingresso, visitare anche Cosmo Cartoons! Ne vale la pena! QUI trovate orari e prezzi aggiornati del museo.

E ricordate: potete avere un assaggio di Cosmo Cartoons anche alla Fiera del Trentino dei bambini il 25 e 26 gennaio prossimi! QUI tutte le info e c’è persino una convenzione con il  MUSE per l’occasion: per chi presenta alla cassa della fiera il biglietto del museo con data 25 o 26 gennaio: ridotto € 5 (dai 2 anni compiuti) e se invece volete andare al MUSE e presentate il biglietto della fiera alla cassa del museo (esclusivamente durante i due giorni della fiera) potrete avere la riduzione del biglietto da 11€ a 9€ e inoltre ingresso al Maxi ooh! senza l’acquisto del biglietto MUSE a coloro che conserveranno il ticket della Fiera, fino al 30 giugno 2020!