Auguri mamma

Cara Mamma,

a te che ti senti mamma ancora prima di annusare il suo profumo, ancora prima di sentirlo muovere nella tua pancia, ancora prima di vedere quella lineetta rosa che ti cambierà la vita per sempre.

A te che non sapevi di essere mamma, che non te lo aspettavi, ma che ora non riesci ad immaginare una vita diversa.

A te che anche senza figli sei una mamma meravigliosa.

A te, che ti ritrovi l’appellativo “matrigna”, che non rende giustizia al tuo meraviglioso, bellissimo ed emozionante ruolo.

A te che ti commuovi a mettere via vestiti troppo piccoli, perché non riesci a capacitarti di quanto il tuo piccolo cresca in fretta.

A te che guardi sorridendo quel verme che ti mostra tenendolo nella mano, anche quando il tuo istinto ti dice che tra te e lui ci dovrebbe stare un continente di distanza.

A te che da quando sei mamma hai scoperto un mondo che neanche immaginavi.

A te che sorridi rassicurante quando tuo figlio ha una delusione, ma quello che vorresti fare sarebbe piangere con lui.

A te che riesci a guardare 2456565775,7 volte gli Aristogatti, perché tanto non guardi la tv, ma ti perdi nel suo sguardo concentrato.

A te che avevi detto “nel lettone mai” e poi te lo stringi per tutta la notte come se fosse un’ancora di salvataggio.

A te che allatti e non vorresti che il momento del distacco non avvenisse mai.

A te che non sei riuscita ad allattare (i motivi possono essere tanti) ma non per questo sei meno mamma.

A te che passi intere nottate a cullare un bambino con le coliche e il giorno dopo ti svegli lo stesso con il sorriso.

A te che la mattina prima del caffè non riesci neanche ad aprire gli occhi, figuriamoci sorridere.

A te che passeggi per ore spingendo una carrozzina, e non sai neanche come ci riesci perché sei sempre stata pigra.

A te che ti commuovi alla prima parola, alla prima recita, alla prima pagella. Perché sai che il tuo piccolo sta diventando sempre più grande.

A te che lo guardi fare scelte sbagliate perché sai che anche quelle servono per crescere.

A te che consoli la prima delusione d’amore e soffri con lui, E che quando ripeti “Un giorno riderai pensando a questi momenti” lo dici più a te stessa che a lui.

A te che nonostante le notti in bianco, i colpi al cuore, gli spaventi, i capricci e le 55848655 volte in un giorno che ti senti chiamare mamma non scambieresti la tua vita con nessuno. Perché quei baci bavosi, gli abbracci stretti, i disegni incomprensibili e quegli occhi fiduciosi sono la cosa più bella che ci sia e e sai di essere tremendamente più fortunata di quello che meriti.

 

Photo by Yuchao.L

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *