Che bello Maso Naranch (ma non diffondete la voce!)

30 marzo 2014. Questo è un post che non vorrei scrivere mai. Perché il rischio sarà poi quello del sovraffollamento! E già oggi abbiamo fatto fatica a trovare posto. Però ormai ho tanti lettori affezionati, alla continua ricerca di bei luoghi dove trascorrere piacevoli momenti con la famiglia. Farò quindi uno sforzo e vi racconterò di Maso Naranch 🙂 Un posto meraviglioso. Con un incredibile vista sul lago di Garda, con una panca che sembra quasi di essere al cinema guardando tanta bellezza. Con un enorme prato per i bambini, dove possono correre in libertà, giocare con la sabbia, salire sulla casetta o sulla paretina di roccia fingendosi dei piccoli scalatori. E poi si mangia benissimo: la mia pancia ancora ringrazia per quelle stupende costine di maiale con patate, polenta, crauti e lucanica. Ma anche per il tagliere di antipasti, nonché il pane e i pezzi di focaccia buonissima fatte in casa. “Quando gli ingredienti sono selezionati con cura si vede subito”, ha detto la mia dolce metà, generalmente molto critico sul cibo e parco di complimenti. Se non è garanzia di bontà questa! E poi sul prato ci sono delle sdraio fantastiche, l’ideale per la pennichella post pranzo.

Maso Naranch è un posto a misura di bambino, con un bagno provvisto di fasciatoio e una stanza interna dove i bambini possono giocare e disegnare in tranquillità:  si vede proprio che Maura Widesott e Lorenzo Benoni hanno costruito questo posto per far contenti in primo luogo i loro tre figli! Tra due settimane arriveranno anche gli asini, con cui si potranno fare delle semplici passeggiate alla scoperta della Val di Gresta. Già, Maso Naranch si trova proprio in questo bellissimo angolo di Trentino: prendendo la strada che va da Mori a Torbole, si gira sulla destra in direzione Ronzo Chienis. Appena superato il paese di Pannone si trovano le indicazioni sulla sinistra. 45 minuti circa da Trento. In arrivo tante novità per l’estate (io non le posso ancora svelare, ma vi assicuro vi piaceranno moltissimo!), tra cui una parete artificiale su cui potranno arrampicare anche i bambini accompagnati da una guida. Maso Naranch è aperto fino a fine maggio il venerdì sera, il sabato tutto il giorno e la domenica fino a ora di merenda. Dal primo giugno fino a fine settembre, invece, apertura tutti i giorni. Assolutamente obbligatorio prenotare un tavolo se si vuole trovar posto nel fine settimana, altrimenti non si mangia (per questo weekend era già tutto pieno da giovedì). Il mio suggerimento è quello di lasciare la macchina nel parcheggio consigliato dal cartello, proseguendo poi a piedi per una ventina di minuti (strada pianeggiante, percorribile anche con il passeggino). Se avete tempo e voglia di camminare un po’ sia al mattino che al pomeriggio in mezz’ora dal Maso si raggiunge un luogo affascinante per i bambini, con trincee, ricoveri blindati, depositi d’acqua e di alimenti, camminamenti e strade militari risalenti alla Prima Guerra Mondiale provvisti di pannelli informativi. Altra passeggiata da fare (noi la faremo la prossima volta di sicuro, siamo troppo curiosi…) è quella che permette di raggiungere la Giazera, una valletta chiamata anche “Grotta del ghiaccio”, che si è formata fra grossi blocchi di frana e presenta una caratteristica che la rende unica nel panorama dei fenomeni naturali della regione: in estate nelle parti più interne si formano e si accumulano discrete quantità di ghiaccio che permangono fino alla fine della stagione fredda.

Come dite? Il numero per prenotare a Maso Naranch? Va bene, ma non spargete troppo la voce! 0464/356113, 3937214701, o anche  info@naranch.it. Vi terrò informati sulle novità in arrivo!

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *