Cari figli… vi auguro un amore vero…

Cari figli miei,

ieri mi hanno chiesto “ma tu saresti davvero felice se tua figlia si sposasse con uno straniero?” ci ho dovuto pensare una giornata intera e alla fine ho deciso che parlarne a voi sarebbe stata la cosa migliore. Perché alla fine, quello di cui si parla è il vostro futuro.

Quello che spero è di riuscire a trasmettervi le basi per innamorarvi di una persona che vi ami e rispetti, a prescindere dal vostro, o dal suo, colore della pelle.

Piangerete per amore, spesso, lo fanno tutti, anche chi è troppo burbero per ammetterlo, se però le lacrime superano le risate non è la persona giusta.

Vi auguro di innamorarvi di qualcuno che sappia amarvi per quello che siete che che non cerchi di cambiarvi. Vi auguro risate al buio, sorrisi complici e abbracci calorosi. E anche piedi freddi sulla schiena, perché il vero amore è anche quello.

Vi auguro qualcuno che sappia dirvi quando sbagliate. E con cui litigare senza paura che vi faccia del male o che vi lasci da soli. Vi auguro qualcuno che vi prenda in giro quando sbagliate una ricetta. E che conosca così bene i vostri difetti da poterli elencare uno per uno, ma che ugualmente sia li con voi giorno dopo giorno.

Vi auguro di innamorarvi tante volte, e di incontrare poi la persona giusta, non abbiate fretta: quando la incontrerete lo capirete perché sarà quella che vi farà dire “ma tutto quello che c’è stato prima cos’era?”.

Siate per chi amate la persona che vorreste incontrare, date ascolto al cuore ma se avete dubbi non esitate a chiedere aiuto.

Non posso controllare il vostro cuore ora e non potrò farlo dopo. Quello che spero è di riuscire a farvi capire che non importa il colore della pelle, la religione e neanche il sesso, quello che mi importa è che tra voi ci sia un amore profondo, come quello tra il nonno e la nonna.

Sono loro, da sempre i miei modelli di amore vero, e spero che un domani saranno anche i vostri.