Che teatro ragazzi sia! Pergine e Meano

Lo sapete quante potenzialità ha il teatro? E’ il luogo ideale dove far crescere le emozioni dei vostri bambini, farli viaggiare con la fantasia, stimolare i loro sensi e regalare loro il biglietto d’ingresso per fantastici mondi paralleli in cui sognare e divertirsti. I teatri sono luoghi speciali e incantati in cui, dietro a un sipario, nascono e vivono personaggi, mondi e storie. E di teatri e di teatro, la Compagnia AriaTeatro ne sa! Da qualche anno gestisce due sale nuovissime, moderne e piene di magia: ilTeatro di Perginee quello di Meano.

Ecco cosa vi aspetta nei prossimi mesi, che trovate anche nella nostra agenda:

TEATRO DI PERGINE – Rassegna Teatro Ragazzi

Domenica 4 Novembre 2018 alle ore 16.00 – per tutti

LA RISCOSSA DEL CLOWN

con Andrea Brunetto, Max Pederzoli, Alessio Pollutri – sguardo esterno di Roberto Magro – costumi e scenografia di Loredana Averci – visual di Laura Fanelli – produzione Compagnia Madame Rebiné

È una simpatica e coinvolgente storia di un clown che dopo novant’anni di sfortuna, delusione e scivoloni, torna a cavallo della sua sedia a rotelle per farsi giustizia. Sarà un’impresa impossibile dove renne acrobate, giocolieri miopi e mosche assassine cercheranno di impedirglielo. A colpi di naso rosso farà occhi neri e lotterà fino all’ultimo respiro per difendere la sua dignità. Se ci riuscirà sarà solo grazie al sostegno degli spettatori. Uno spettacolo di circo e teatro al servizio della leggerezza e del divertimento. Un cabaret alla riscossa in cui il clown trionfa!

Domenica 18 Novembre 2018 alle ore 16.00 – dai 3 anni

C’ERA DUE VOLTE UN CUORE

Regia di Daniela Nicosia – con Susanna Cro e Labros Mangheras / Solimano Pontarollo – voce narrante Maria Sole Barito – scene Marcello Chiarenza  – costumi Giorgio Tollot – produzione Tib Teatro

Il racconto di due bambini che aspettano di nascere e immaginano da una finestra nel cielo azzurro come sarà il mondo. Lo creano sotto gli occhi degli spettatori: la fioritura improvvisa di un albero di pesco; la luna, grande come una barca, dalla quale lasciarsi trasportare; una valigia da cui gemmano rose e farfalle… Elementi naturali evocativi, forme riconoscibili dai bambini, che sviluppano il loro immaginario e – insieme all’armonico elemento pittorico dato dal graduale ingresso del colore, alle musiche di Jacques Brel e Charles Trenet – incantano i piccoli, mentre emozionano i grandi. Piccole magie, nell’attesa della meraviglia, della bellezza che verrà.

Domenica 25 Novembre 2018 alle ore 16.00 – per tutti

IL MAGICO ZECCHINO D’ORO

Con Gennaro Cataldo, Stefano Colli, Enzo Forleo, Maddalena Luppi, Giada Maragno e Rebecca Pecoriello – regia e drammaturgia Raffaele Latagliata e Pino Costalunga – scenografie Andrea Coppi con il contributo di Paolino Libralato – produzione Fondazione Aida

Evento speciale: Biglietti: 10 € intero; 8 € ridotto

Il Caffè della Peppina, Volevo un Gatto Nero oppure Quel bulletto del carciofo. Chi di noi, almeno una volta, non ha sentito e cantato queste canzoni? Hanno segnato la nostra infanzia e oggi raccontano la vita dello Zecchino d’Oro, il celebre festival canoro dedicato ai bambini giunto ai suoi primi 60 anni. Un compleanno importante, che sarà festeggiato con un regalo in musica per rendere omaggio a un appuntamento diventato tradizione. Uno spettacolo nello spettacolo in cui le canzoni saranno protagoniste assolute insieme alla fantasia e un pizzico di magia.

Domenica 9 Dicembre 2018 alle ore 16.00 – dai 6 anni

MAI GRANDE. UN PAPÀ SOPRA LE RIGHE

Di e con Annalisa Arione e Dario de Falco – in collaborazione con Annalisa Cima – produzione Compagnia Arione de Falco

Che cosa serve per essere un genitore perfetto? Alberto non ha dubbi: per prima cosa ci vuole un bambino. Quindi se ne inventa uno e lo chiama Tobia. Poi servono miliardi di kg di divertimento, idee brillanti come sfrecciare su una moto a tutta birra o fare le immersioni nell’oceano per scoprire se è proprio lì che vivono i bastoncini di pesce. Aggiungiamoci anche delle merende succulente e delle giornate incredibili e uniche in cui non ci si accorge del passare delle ore perché sono così piene di cose da fare che non si ha nemmeno il tempo di prendere fiato.

Tobia, invece, non cerca un genitore perfetto, vorrebbe una storia piccina prima di dormire, un giro al parco, un po’ di pennarelli con cui colorare dentro ma anche fuori dai bordi. Questa è la storia di quanto sia difficile capirsi, e di come, per farlo, basta stare insieme, semplicemente.

Domenica 6 Gennaio 2019 alle ore 16.00 – dai 4 anni

Kanu

KANU

Con Bintou Ouattara  accompagnamento musicale a cura di Kady Coulibaly (voce, bara e calebasse) e Daouda Diabate (voce, kora, gangan) – produzione Piccoli Idilli

Kanu (amore in lingua bambarà) è uno spettacolo di narrazione con musica dal vivo, tratto dal racconto africano Malinkè. La leggenda della nascita del fiume Niger procede al suono della kora, il canto ci culla nell’attraversarlo, le anse e le svolte sono incarnate da Bintou con una narrazione sorprendente. Affacciandoci dai bordi di una piroga immaginaria possiamo intravedere le ombre dei personaggi di storie antiche, tramandate nel canto. Kanu è la trasposizione teatrale di un immaginario simbolico e di una sensibilità poetica legata a una cultura antica e misteriosa, dove il destino dell’uomo si compie in simbiosi con le forze della natura e il potere occulto della parola. Una cultura di cui sappiamo pochissimo, che oggi bussa alle nostre porte con la sua disperata vitalità.

Domenica 27 Gennaio 2019 alle ore 16.00 – dai 3 anni

FAGIOLI- RACCONTI PER ATTORI E ALTRI ANIMALI

Di e con Giacomo Anderle e Alessio Kogoj – produzione I Teatri Soffiati e Finisterrae Teatri

Pasta e fagioli: un piatto antico e povero, di cui si ignora con esattezza “luogo e data di nascita”, che ha rifocillato innumerevoli generazioni. Così è per le fiabe, nate non si sa come né dove, costante alimento dell’immaginario di grandi e piccini. Anche Eso e Fedo, due orfanelli votati al vagabondaggio, sono cresciuti a fiabe e favole, scoprendo in esse fondamentali insegnamenti per la vita. Raggiunta la maggior età, i due si arrangiano alla bell’e meglio cercando di tirar su qualche soldo con il loro ricco repertorio di storie. E così può succedere che i fagioli del piatto si mescolino a quelli della fantasia, dando vita a un racconto che, se non riempie proprio la pancia, di sicuro scalda i cuori. Lo spettacolo è basato sulla celebre fiaba inglese Jack e il fagiolo magico tra continui, improvvisi e spassosi cambi di ruolo, musiche, canti, piccole magie e clownerie. Finché c’è il piacere di raccontare, la nostra favola non finisce mai.

Domenica 17 Febbraio 2019 alle ore 16.00 – dagli 11 anni

FA’AFAFINE – MI CHIAMO ALEX E SONO UN DINOSAURO

Testo e regia Giuliano Scarpinato con Michele Degirolamo – produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FvG / Teatro Biondo di Palermo- Vincitore Eolo Awards 2016 – miglior spettacolo di teatro ragazzi e giovani

Una parola nella lingua di Samoa definisce coloro che sin da bambini non amano identificarsi in un sesso o nell’altro: “fa’afafine”. Un vero e proprio terzo sesso che gode di considerazione e rispetto. Alex non vive a Samoa, ma vorrebbe essere un “fa’afafine”; è un “gender creative child”, un bambino-bambina, come ama rispondere quando qualcuno gli chiede se è maschio o femmina. I giorni pari è maschio e i dispari è femmina, dice. Ma oggi è diverso: è innamorato. Oggi vorrebbe essere tutto insieme, come l’unicorno, l’ornitorinco, o i dinosauri…

Domenica 24 Febbraio 2019 alle ore 16.00 – dai 3 anni

LA FABBRICA DEI CUORI. UNA PICCOLA STORIA D’AMORE

Ideazione e regia Lucia Nicolussi Perego – danza/recitazione Giancarlo D’Antonio, Francesca Grisenti – scenografie Donatello Galloni – produzione Compagnia Era Acquario in collaborazione con l’Associazione Culturale MP. Ideograms

Una narrazione danzata, ispirata al testo “L’Aggiustacuori” di A. Abad e G. Pacheco. In scena un lui e una lei ragionano e danzano sui possibili ingredienti che servono a costruire i cuori. Lui è Mattia, un “fabbricante” di cuori, e lei è Beatrice, una ragazza “senza cuore” che di sentimenti avrebbe tanto bisogno. Mattia ogni anno la cerca regalandole un cuore con dentro un pezzetto del suo. Il rischio di perdere completamente il proprio cuore e quindi tutta la propria vitalità è sempre più concreto per Mattia, sino a che stanco e senza forze verrà salvato proprio da Beatrice.

• Domenica 10 Marzo 2019 alle ore 16.00 – dai 5 anni

PIERINO E IL LUPO

Di S. prokofiev – conduzione, narrazione, testi e burattini di Luciano Gottardi – con Luciano Gottardi e 5 strumentisti: flauto, oboe, clarinetto, fagotto, corno. Spettacolo musicale a cura dell’Associazione Filarmonica di Rovereto.

È un’opera per l’infanzia , scritta per un narratore e un’orchestra di S.Prokofiev. Pierino è un bambino vivace che conosce un uccellino, un’anatra e un gatto quando scopre che si aggira nel bosco un lupo. Ne nasce un’avventura musicale scritta da Prokofiev negli anni Trenta del Novecento con il preciso scopo – quanto mai attuale – di avvicinare i più giovani alla musica.

TEATRO DI MEANO/TEATRO RAGAZZI

Sabato 3 Novembre 2018 alle ore 17.00 – per tutti

LA RISCOSSA DEL CLOWN

con Andrea Brunetto, Max Pederzoli, Alessio Pollutri – sguardo esterno di Roberto Magro – costumi e scenografia di Loredana Averci – visual di Laura Fanelli – produzione Compagnia Madame Rebiné

È una simpatica e coinvolgente storia di un clown che dopo novant’anni di sfortuna, delusione e scivoloni, torna a cavallo della sua sedia a rotelle per farsi giustizia. Sarà un’impresa impossibile dove renne acrobate, giocolieri miopi e mosche assassine cercheranno di impedirglielo. A colpi di naso rosso farà occhi neri e lotterà fino all’ultimo respiro per difendere la sua dignità. Se ci riuscirà sarà solo grazie al sostegno degli spettatori. Uno spettacolo di circo e teatro al servizio della leggerezza e del divertimento. Un cabaret alla riscossa in cui il clown trionfa!

Sabato 17 Novembre 2018 alle ore 17.00 – dai 3 anni

RACCONTO ALLA ROVESCIA

di e con Claudio Milani – musiche originali Andrea Bernasconi, Emanuele Lo Porto, Debora Chiantella – scenografie Elisabetta Viganò, Armando Milani

Il racconto alla rovescia è un conto alla rovescia, metafora del tempo che scorre e scandisce la vita in desideri e appuntamenti importanti. I personaggi della storia sono: Arturo, che è molto curioso, e la Morte, che è la regina dei conti alla rovescia. Nel giorno del suo compleanno Arturo schiaccia i piedi alla Morte. La Morte passava di lì perché aveva perso la sua farfalla. Ogni mattina, infatti, la Morte si mette una farfalla tra i capelli e la sera la farfalla vola via. La Morte regala ad Arturo 6 pacchetti. Ogni pacchetto contiene una sorpresa e corrisponde a un quadro dello spettacolo.

Sabato 24 Novembre 2018 alle ore 17.00 – per tutti

MOMO. UN EROE BAMBINA

produzione Bottega Buffa Circovacanti – tratto dal romanzo di Michael Ende – regia di Luciano Gottardi – drammaturgia Veronica Risatti – in scena Laura Mirone, Veronica Risatti

Momo è una bambina che si fa carico di difendere il tempo dal cattivo uso che ne fa la società contemporanea corrosa dal consumismo, dal progresso tecnologico e produttivo che troppo spesso travolge la vita dell’essere umano in una spirale caotica e priva di senso. Una storia scritta per bambini ma che parla agli adulti. Al vecchio circo abbandonato il cantastorie squattrinato Gigi Cicerone e il silenzioso Beppe Spazzino si incontrano ogni sera per la cena. All’improvviso, in un giorno come tutti gli altri, arriva Momo, una bambina con i capelli crespi che dice di avere cento anni. Il tempo passato con lei sembra aggiustare tutte le cose. Insieme a lei, Gigi ritrova la capacità di inventare delle storie meravigliose; Beppe riesce a sentirsi magico e fortunato e tutti i bambini riscoprono la fantasia e il gioco. Un giorno però, tutto si rompe. Arrivano i Signori Grigi, i ladri del tempo. Con la loro presenza in città succede che nessuno ha più tempo da perdere per giocare, raccontare storie o anche soltanto chiacchierare. Solo Momo, con l’aiuto dell’irriverente Cassiopea e i consigli del saggio signore del tempo Mastro Hora, riuscirà ad allontanare i pericolosissimi SignoriGrigi. Allontanare, non eliminare.

Sabato 8 Dicembre 2018 alle ore 17.00 – dai 5 anni

OGGI. FUGA A 4 MANI PER NONNA E BAMBINO

produzione Compagnia Arione de Falco – da una storia di Annalisa Arione – di e con Annalisa Arione e Dario de Falco – in collaborazione con Annalisa Cima – musiche di Enrico Messina

Marco ha sette anni, un giorno è così arrabbiato che scappa di casa. Lina i suoi sette anni li ha compiuti almeno dieci volte ma anche lei è scappata. È la storia di due generazioni lontane che si prendono per mano in una notte di luna, iniziano a camminare insieme e a riempire la memoria d’amore e giochi, il presente di divertimento e il futuro di “sono qui per te”. La creazione di questo spettacolo nasce dalla consapevolezza che nel corso degli ultimi decenni le relazioni intergenerazionali in Europa sono profondamente mutate: i cambiamenti sociali, economici, culturali e demografici hanno contribuito a modificare la struttura e le abitudini delle famiglie, portando, tra le conseguenze più evidenti, ad una crescente separazione tra le generazioni: gli anziani vivono più a lungo ma spesso isolati o lontani dal resto della famiglia. I bambini crescono generalmente in cerchie familiari più ristrette, con scarse opportunità di contatto con i parenti più anziani.

Per questo spettacolo, ogni nonno che accompagnerà il proprio nipote a teatro avrà diritto a un’entrata gratuita.

Sabato 5 Gennaio 2019 alle ore 17.00 – dai 6 anni

POLLICINO

produzione Teatro del Piccione / Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse – con Simona Gambaro e Paolo Piano – testo e regia Manuela Capece e Davide Doro – luci e fonica Simona Panella e Cosimo Francavilla – scene e costumi Teatro del Piccione / Compagnia Rodisio – foto Fabio Bussalino

Questa è la storia di un bambino molto molto piccolo e dei suoi fratelli che una notte in mezzo al bosco scoprono di essere stati abbandonati. L’ avete mai visto un bosco. Intricato e buio, ma così buio che non ci si vede l’un l’altro a dieci passi di distanza. Un bosco così scuro che ci si può veramente perdere. Avete mai sentito i versi degli animali di notte. Siete mai stati inseguiti da un coltellaccio così grosso e spaventoso da farvi tremare come una fogliolina al vento. Avete mai avuto lo stomaco vuoto e affamato, così vuoto e affamato da fare rumore, un rumore che rimbomba dentro la pancia e sale su fino alla testa, dentro al cervello che sembra di diventare matti. Ti sei mai sentito solo. Il più piccolo, il più timido, il più povero di tutti, quello che non parla mai, quello che non ne fa una giusta. Ti sei mai trovato in pericolo. In pericolo per davvero. Cosa faresti?

Sabato 26 Gennaio 2019 alle ore 17.00 – dai 4 anni

PETER PAN

produzione Teatrino dell’Erba Matta di e con Daniele Debernardi – musiche Delfino Alessandro – scene Daniele Debernardi – tecnico Luigi Debernardi

Lo spettacolo è una serie di immagini, che si susseguono, accompagnate da un costante tessuto sonoro dove i paesaggi, come in un film degli anni ’30, si modificano. In questi colori chiari, grigi, seppia, marroni della scenografia si scopre, con pochi tratti essenziali, l’ambiente di Londra e dell’Isola che non c’è. La particolarità della messa in scena e dello sviluppo scenografico è quella che, in breve tempo, l’immagine cambia, si modifica creando i vari luoghi della storia. La tematica dell’eterna giovinezza, espressa nel personaggio di Peter, è il punto dove tutta la storia gira. In questa narrazione c’è molta commedia dell’arte nell’ interpretazione dei personaggi: un Capitan Uncino spagnolo spavaldo e pauroso, i pirati due zanni che parlano in dialetto piemontese e siciliano e ancora gli indiani con spiccato accento dei valligiani bergamaschi.

Sabato 16 Febbraio 2019 alle ore 17.00 – dai 3 anni

I BRUTTI ANATROCCOLI

produzione Stilema Teatro – liberamente ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen – di e con Silvano Antonelli

Essere uguali. Essere diversi. Per una bambina, per un bambino ogni attimo è la costruzione di un pezzo della propria identità. La fiaba di Andersen a cui il titolo si ispira è qui vista come un archetipo. Una fiaba che si modifica per parlare a questo presente. Tra papere con gli occhiali, strumenti musicali, divertenti e poetiche suggestioni, lo spettacolo cerca di emozionare intorno all’idea che tutti, ma proprio tutti, possano cercare di rendere la propria debolezza una forza. La fiaba di Andersen, come un “classico” che tocca un argomento universale, va ben oltre il tempo in cui la fiaba è stata scritta. Per indagare un tema che tocca nel profondo il destino di ogni bambino e di ogni persona. Un modo per alzare gli occhi e guardare il grande cielo che ci circonda. Quel cielo nel quale la vita, qualunque vita, ci chiede di provare a volare.

Sabato 16 Marzo 2019 alle ore 17.00 – dai 4 anni

LE QUATTRO STAGIONI. E PICCOLO VENTO

produzione Fondazione Aida – testo ispirato a “Le quattro stagioni” di Chiara Carminati  – con Andrea Bellacicco, Matteo Mirandola, Jessica Grossule, Lara Finadri – scenografie Gino Copelli – regia di Nicoletta Vicentini – illustrazioni di Pia Valentinis – musiche di Antonio Vivaldi

Sulla base delle musiche de Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi, un esempio di musica a soggetto vitale e ricca d’inventiva, si snoda questa frizzante storia che segue con sorrisi e poesia le avventure di Piccolo Vento attraverso le stagioni e i loro cambiamenti: paesaggi, colori, profumi, sfumature, suoni… e musiche. Con l’aiuto dei tre attori in scena, Piccolo Vento parla al pubblico attirando l’attenzione dei bambini sull’osservazione delle piccole cose della natura e sull’ascolto del racconto musicale. I tre attori in scena, alternandosi in danze e narrazioni, giocheranno insieme ai bambini ad ascoltare le parole di Piccolo Vento, e ad accompagnarlo alla ricerca della sua mamma Zefiro, scivolando armoniosamente da una stagione all’altra.

 

I costi dei biglietti del Teatro di Pergine:

Intero 7€ ( a parte dove diversamente indicato)
Ridotto (>65, <14) 6€
Ridotto speciale carta “Amici dei Teatri” e convenzionate 5€

Card 10 ingressi 45

Per tutte le info sull’acquisto e sulla biglietteria, cliccate QUI.

I costi dei biglietti al Teatro di Meano:

Ingresso singolo
6 € intero / 5,50 € ridotto / 5 € con card Amici dei Teatri
Card 10 ingressi 45 €
Card 8 ingressi 37 € (la card permette l’ingresso di 2 persone alla volta)

Le riduzioni si riferiscono a over 65, under 26, associazioni residenti sul territorio di Meano

Per tutte le info sull’acquisto e sulla biglietteria, cliccate QUI.

Per tutte le info anche sulle stagione per gli adulti di prosa e danza, cinema e tutto quello che questi due piccoli gioielli offrono, seguite i loro siti o contattateli: per Meano info@teatrodimeano.it, 389 1151058 (martedì-venerdì ore 17-20 e sabato ore 10-13), per Pergine info@teatrodipergine.it, tel. 0461 511332 (biglietteria).

theatrefirstcomp

1 CommentoLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *