Chi vuol costruire una mangiatoia per uccelli e roditori?

In Val Canali non è difficile imbattersi in tracce o altri segni di animali, soprattutto in inverno quando si riveste di una candida coltre nevosa che ricopre prati, bosco e sottobosco. L’inverno è una stagione importante per la fauna, che deve fare i conti con la limitata disponibilità di cibo e con il freddo. In tutto il territorio del Parco si possono osservare curiosi fenomeni legati all’inverno: l’adattamento degli animali come la pernice che si mimetizza divenendo completamente bianca sulle nevi, il mutamento della pelliccia di molti mammiferi che diviene più folta, la migrazione del gufo comune (Asio otus) verso zone più miti, il profondo letargo dello scoiattolo e delle avicole per sfuggire ai rigori invernali. Rettili e anfibi hanno evoluto la capacità di regolare la propria temperatura corporea rallentando il metabolismo per l’intera durata della stagione invernale mentre gli animali a sangue caldo come mammiferi e uccelli, accumulano riserve energetiche per affrontare la stagione fredda. Insomma…ognuno trova la propria strategia di sopravvivenza!

Se siete curiosi di scoprire i segreti degli animali e volete immergervi nella quiete invernale della Val Canali, il Centro esperienza della Rete trentina di educazione ambientale per lo sviluppo sostenibile dell’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente (APPA) e il Parco vi ad una attività adatta a tutti, grandi e piccini! Ciò che per noi è scarto alimentare in questo laboratorio può diventare cibo prezioso per aiutare gli amici animali ad affrontare meglio il rigido inverno. Creiamo insieme delle mangiatoie con materiale di recupero da posizionare nel giardino di casa e scopriamo i “cibi” adatti alle più comuni specie di uccelli e roditori.

Ogni venerdì fino al 28 marzo 2014, ritrovo presso Villa Welsperg, a Tonadico, alle ore 14.30. Info e prenotazioni: 0439 64854

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *