Costume da Frozen… fai da te

Interno salotto, febbraio 2012. Memorizzate la data: febbraio 2012. Si avvicina il Carnevale, vado da una Gaia cinquenne e le chiedo “Amore mio, da cosa ti vorresti vestire quest’anno per carnevale?” “Principessa delle nevi!“.

Alla mia domanda “Come diavolo è il vestito da principessa delle nevi?” Gaia mi ha guardato con sguardo di sufficienza (ma chi non sa come si veste una principessa delle nevi? E mi dice “Vestito azzurro con sopra i fiocchi di neve, corona e mantello bianco” Disney capito? 2012. Gaia sta ancora aspettando i diritti d’autore.

Ora, Frozen era ancora un bozzetto all’interno delle matite di quanche disegnatore, e noi comuni mortali eravamo ancora lontani dai tempi in cui una x-woman dai poteri glaciali monopolizzasse l’attenzione di stuoli di bimbette incantate. Insomma, mentre tutte le altre mamme erano alle prese con fatine e principesse io mi stavo arrovellando su come creare un vestito da regina delle nevi.

Già creare, perché comprare è troppo banale, e in più o sviluppato una decisa insofferenza per i vestiti di tulle e balze che nella mia infanzia mia mamma si ostinava ad abbinare a trucco pesante e piumino: praticamente Barbamamma alla corte di Re Artù.

A casa nostra i travestimenti sono una questione di tempo, ingegno e pazienza. E colla a caldo e graffette considerata la mia dimestichezza con ago e filo!

Se siete di Trento e non conoscere di Bazar di Gardolo, un unico consiglio: recuperate questa mancanza! Una vera miniera di stoffe, nastri, consigli e soprattutto idee!

Li ho comprato la stoffa e ho iniziato a tagliare, ripiegare e incollare.

regina nevi 2

Con la stoffa piegata a metà, ho fatto un buco per la testa, una cintura in vita, le palline di neve attaccate con la colla a caldo, e una fascia pelosa a completare il tutto.

regina nevi 3

Anche se era tutt’altro che perfetto Gaia lo ha adorato!

regina nevi 5

Lo abbiamo creato insieme, ci siamo divertite a ritagliare e a prendere le misure, abbiamo passato del tempo insieme sedute sul pavimento del nostro soggiorno e questo vale molto di più di qualsiasi vestito comprato in un centro commerciale.

Quindi se vostra figlia vi chiede il vestito da Elsa, perché non provate a crearlo insieme a lei? Sarà sicuramente più originale di tutti gli altri!

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *