Elogio della dolcezza: le tartellette

Conosco un libricino incredibile che una volta letto ti lascia un particolare sapore in bocca e nel cuore. Ha un titolo speciale che racchiude grandi significati: “Il Piccolo elogio della dolcezza” di Stéphane Audeguy. E’ un libro che tenta di far scoprire come rendere più lieta la vita, come imparare a godere di momenti, sentimenti ed esperienze. No, non ho sbagliato categoria, lo so che volete la ricetta della settimana, golosoni! Ma leggendo quello che mi ha inviato Antonella Iannone di incucinapuoi.it  questa settimana mi è saltato in testa questo libro. Sì perché, complici il budino, la pasta frolla, la frutta fresca di stagione il mio cuore ha pensato bene di elogiare la dolcezza…delle cose buone e belle.

Ecco dunque il nostro “elogio alla dolcezza” con le tartellette di frutta targate PassioneCucina. Sono pratiche e dediziose: si possono preparare per tempo, nel senso che si fa una cottura in bianco, ovvero si coprono le crostatine con un pezzetto di carta alluminio e sopra si mettono dei legumi, in questo modo una volta cotti e raffreddati si possono conservare in frigo e farcire all’uso. Idem per la crema: una volta fredda si conserva in un contenitore in frigo per uno o due giorni.

Compriamo:

250 gr. di farina (anche di kamut)
75 gr. di zucchero
1 uovo
150 gr. di burro
1 pizzico di sale

per la crema:
1 bustina di preparato per budino alla vaniglia (quello che i bambini adorano!)
300 ml. di latte
100 gr. di cioccolato bianco
50 gr. di zucchero
2 tuorli
30 fragole circa
4 fogli di gelatina
200 gr di panna montata

Ecco come fare la frolla (magari qualcuno di voi è già esperto, ma noi volgiamo che tutti proviate): lavorare il burro con lo zucchero, aggiungere l’uovo ed infine la farina con il sale. Lavorare il tutto velocemente fino ad ottenere un impasto bello liscio. Formare un panetto con l’impasto ottenuto, avvolgerlo con la pellicola per alimenti e metterlo in frigorifero a riposare per almeno 1 ora.

Per la crema invece procedete così: in una ciotolina versare il preparato per budino e scioglierlo bene con 3-4 cucchiaiate di latte. In una pentola versare il restante latte e il preparato sciolto, mettere sul fuoco e appena inizia a bollire, sempre mescolando con una frusta, togliere dal fuoco e aggiungere il cioccolato spezzettato continuare a mescolare finché il cioccolato si sarà sciolto. Aggiungere i tuorli sbattuti con lo zucchero e rimettere sul fuoco sempre mescolando far bollire per 1 minuto. Raffreddare la crema in una ciotola.ajaxmail-27

Ora costruiamo i cestini di frolla, le crostatine: stendere la pasta frolla di una spessore di circa 1/2 cm. e foderare gli stampini, bucherellare il fondo e stendere sopra la frolla un foglio di alluminio e riempire con dei fagioli o ceci secchi. Mettere in forno a 170° per circa 15 minuti, dopo i primi 10 minuti togliere la carta ed i fagioli e terminare la cottura.

Mentre la frolla cuoce, ammollare la colla di pesce in acqua fredda.Prendere la crema ormai fredda e lavorarla per renderla liscia. In un pentolino versare qualche cucchiaio di crema e unire i fogli di gelatina e far sciogliere sul gas. Unirla alla crema e mescolare bene. Infine montare la panna e unirla alla crema, mescolando dal basso verso l’alto. Il passaggio artistico: riempire i gusci di frolla con la crema e decorare, non prima di aver pulito le fragole (e gli altri frutti di stagione). Disponetele sopra la crema et voilà!

…che dopo tutto sono le dolci e semplici cose della vita quelle vere.
(Laura Ingalls Wilder)

Vi ricordo di dare un occhio ai corsi in partenza ad Arco e Lavis sia per grandi che per i piccoli chef ( www.incucinapuoi.it e pagina facebook PassioneCucina) e non dimenticate di scaricare la nostra CARD gratuita che vi riserva tanti vantaggi anche in cucina da Antonella!

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *