Poche mosse per una ricetta davvero divertente e golosa: pasta sfoglia, pomodoro e un bastoncino, da infilare prima o dopo la cottura. Ideali per un aperitivo in famiglia, una festa, ma anche per una merenda un po’ diversa. Antonella Iannone di Passione Cucina ci propone questa divertente e golosa idea ( Passione Cucinaincucinapuoi.it). ajaxmail-8

Ecco la spesa da fare per realizzare per 10 girandole:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare*
  • 3 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaino di origano
  • olive verdi denocciolate
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
  • sale

(*Ovviamente se qualcuno preferisce fare la pasta sfoglia in casa il tutto sarà ancora più “homemade”! Questa idea è per chi vuol realizzare qualcosa di rapido e goloso in poco tempo divertendosi più a creare che a “impastare”.)

Pronti? Srotolate la pasta sfoglia e lasciatela riposare per 5 minuti e nel frattempo preparate la farcia: in una ciotola mettete il concentrato di pomodoro, l’origano, l’olio e un pizzico di sale e mescolate tutto bene. Affettate le olive e sbattete l’uovo.
Ricavate dalla sfoglia tanti quadrati uguali 8 x 8 cm per lato. Ora la parte essenziale per fare in modo che le girandole prendano forma: praticate delle incisioni partendo dagli angoli del quadrato e risalendo verso il centro, fermandovi a circa 2 cm da esso. Mettete al centro di ogni triangolino ottenuto, la farcia al pomodoro, senza esagerare con la quantità. Quindi prendete un angolo della sfoglia e ripiegatelo verso il centro del quadrato in modo da ricoprire il ripieno: otterrete così i raggi della girandola. Fate attenzione a chiudere bene la pasta al centro in modo che la girandola non si apra in cottura. Sistemate le girandole su una teglia foderata con carta forno. Spennellate la superficie con l’uovo sbattuto e posizionate al centro di ognuna una fettina di oliva, premendo leggermente.

ajaxmail-9
Cuocete in forno caldo a 180° per 15 minuti, finché non saranno ben dorate e…le jeux sont fait! Missione prelibatezza compiuta! I vostri bambini prima si divertiranno a prepararle, poi a osservarle (secondo me ci scappa pure qualche bella foto 😉 ) e poi a mangiarle naturalmente!