Il Gioco del Parco, per scoprire la Natura… giocando

Non credo consiglierei una gita in Val di Rabbi solo per andare al parco tematico “il gioco del parco”; scenografico e bellissimo è ideale per passare un paio di ore e non di più, ma si trova in un contesto talmente bello, il Parco Nazionale dello Stelvio, ricco di passeggiate ed escursioni più o meno difficili, che può essere tranquillamente considerato la conclusione ideale di una giornata a contatto con la natura.

20150720_170602

Noi ci siamo stati dopo (dopo, perché altrimenti poi i bambini chi li smuove più?) la meravigliosa passeggiata alle cascate del Saent. I bambini erano troppo stanchi per percorrere a piedi il sentiero che da malga Stablasolo porta ai cancelli di questo parco tematico, quindi abbiamo preso la navetta (il biglietto 2 euro vale sia andata che ritorno) che fa la spola con partenze ogni mezz’ora, tra il  parcheggio Colér e la malga.

Incredibile ma vero: alla vista dei giochi in legno di questo parco la stanchezza è stata magicamente spazzata via per lasciare al suo posto la voglia di saltare, correre e giocare.

20150720_165930

E’ stato ideato come un grande gioco di ruolo in cui i bambini possono di volta in volta interpretare i diversi “personaggi” convivono da millenni in questi boschi:

  • l’uomo
  • l’aquila
  • il cervo
  • la marmotta

E’ una combinazione tra gioco di ruolo e gioco di percorso, i bambini, dopo aver avuto in sorte un personaggio, iniziano il loro percorso passando per le 12 stazioni. L’obiettivo è quello di avvicinare i bambini e i ragazzi alla natura e alle diverse tematiche del parco attraverso esperienze e giochi di tipo fisico ed emozionale.

20150720_165727

A Gaia e Samuel la cosa è interessata poco, erano più che altro impegnati a provare i diversi giochi, che, fabbricati interamente di materiali naturali, offrono ai bambini un vero e proprio viaggio sensoriale alla scoperta della materia.

E che gioia scoprire di essere così forti da riuscire a spostare addirittura un grossissimo masso!

Un parco unico nel suo genere che ci ha conquistati tutti. Solo la minaccia di un temporale che brontolava in lontananza (e che poi ci ha colti a metà della passeggiata del rientro) ha convinto i bambini che era purtroppo arrivato il momento di tornare a casa.

1 CommentoLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *