Pranzo, verdure e bambini: un trio difficile da mettere d’accordo. Eppure si può e ce lo insegna Antonella Iannone, che con questa semplice ed efficace ricetta ci risolve la crisi da spdellamento del martedì mattina e ci regala una chance per tentare di far apprezzare di più le verdure ai piccoli di casa (e anche a qualche adulto). Ci saranno le patate e i fagiolini quindi partiamo già avvantaggiati perché sono due verdure molto apprezzate dai bambini. Un consiglio importante: per formare una bella crosticina si può sostituire il pangrattato con la farina di mais e in più il nostro speciale polpettone senza carne può essere arricchito con altre verdure come zucchine, o piselli (quest’ultimi se freschi, meglio sbollentarli prima).  Per cuocerlo usate uno stampo da plum cake 11×26 (gli ingredienti sono stati tarati per questa misura).ajaxmail-15

Lista della spesa a noi!

  • 400 g fagiolini
  • 400 g di patate
  • 2 uova
  • 50 g di parmigiano
  • 1 panino
  • 1 cucchiaio di maggiorana fresca
  • latte q.b
  • pan grattato q.b
  • 1 cucchiaio d’olio evo
  • sale
  • pepe

ajaxmail-16

 

Da dove partire? Dalla preparazione delle verdure: lessiamo le patate e schiacciamole ancora calde (non con le mani si intende). Spuntiamo i fagiolini, lessiamoli in acqua bollente salata per 15 minuti, scoliamoli e tagliamoli a pezzetti e poi lasciamoli raffreddare. Prepariamo le verdurine, aggiungiamo in una terrina le patate, i fagiolini, la maggiorana, la mollica del panino ammollata precedentemente nel latte e strizzata, le uova, il formaggio, il cucchiaio d’olio, sale e pepe.
Amalgamiamo bene il tutto e disponiamo l’impasto nello stampo unto e cosparso con pangrattato o in alternativa foderiamo semplicemente con della carta forno.
Cuociamo in forno caldo a 180° per 50 minuti circa o fino a quando avrà formato la deliziosa crosticina, che potete aiutare con la farina di mais.

Sapete cosa pensiamo? Che ci sono delle ricette “vegetariane” spettacolari da provare che possono piacere senza dubbio a tutti, anche ai bambini e anche a quelli che si fermano davanti alle apparenze e dicono “Vegetariano? No, grazie!”. Male! Assaggiate questo e poi diteci.