Il Kaiserschmarren è uno dei più famosi dessert austriaci, diffuso in tutta l’area dell’ex Impero austro-ungarico e ovviamente in Alto Adige. Lo trovate praticamente in tutte le malghe (anche in molte malghe trentine in realtà), rifugi e agriturismi. La traduzione di questo nome in italiano è “frittata dell’imperatore”, perché l’Imperatore Francesco Giuseppe una volta chiese al cuoco una frittata, ma questi la spezzò. Il cuoco decise di presentarla comunque a pezzetti, aggiungendo marmellata e zucchero. Riscontrò un tale entusiasmo da parte dell’Imperatore che da allora è rimasto come dolce tradizionale.

Ingredienti per una persona:

  • 110/120 ml di latte (oppure latte di riso o di soia per gli intolleranti)
  • 2 cucchiai di di farina
  • 2 cucchiai di zucchero
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di bicarbonato
  • 1 noce di burro per la cottura (oppure olio)
  • 2 uova
  • marmellata di mirtilli rossi o ribes

PROCEDIMENTO.

Montate separatamente a neve i tuorli e gli albumi. Ai tuorli va aggiunta la farina con lo zucchero e il bicarbonato. A questo punto si unisce il composto di albumi, delicatamente, mescolando dall’alto verso il basso. Dopo aver messo una noce di burro in padella, versate il composto e sistematelo come una normale frittata. Va cotto 5 minuti da un lato e poi 3 dall’altra. Per girarlo utilizzate un coperchio. Non preoccupatevi della forma, perché a fine cottura va spezzettato con la paletta direttamente in padella. Impiattate, aggiungendo una spolverata di zucchero a velo e la marmellata.

La classifica dei nostri rifugi del cuore per mangiare i kaiserschmarren:

  1. Starkenfeld (Rodengo)
  2. Geisleralm (Val di Funes)
  3. Moschwaldalm (Merano 2000)
2K Condivisioni