Quella che vi troverete fra le mani se decidete di aderire alla “caccia” indetta dal Comune di Lavis è una mappa che vi accompagnerà a scoprire un tesoro, anzi più tesori, ma non vi servirà partire verso il mare dei Caraibi (magari!). Nessuna baia dei pirati, o avventure a colpi di cannone. L’avventura che vi aspetta sarà comunque avvincente, soprattutto se sarete accompagnati da un amico o dai vostri familiari e da un pizzico di fantasia.

Con l’aiuto di Anna Brugnara e Gabriella Gretter, il Comune ha infatti individuato 32 tappe significative: punti di valenza storica o culturale, ma anche spazi verdi dove volare con l’immaginazione. Lo scenario è il naturalmente il paese, ma i protagonisti di questa storia sarete voi.

Il libretto che accompagna la caccia al tesoro, che si può ritirare gratuitamente nell’ufficio delle PoliticheGiovanili Lavis, in Biblioteca di Lavis e Terre d’Adige e nei locali di Lavis, è assolutamente gratuito ed è ricco di giochi, enigmi, quiz che accompagneranno i bambini alla scoperta delle bellezze del territorio attraverso il divertimento. Tante illustrazioni e spunti divertenti rendono la caccia interessante! Ed è così che si impara l’antico nome di Lavis, il nome delle sue contrade e anche a conoscere meglio i parchi del comune che di solito sono conosciuti solo come “parchi gioco” e invece hanno anche molti spunti botanici da offrire (…quali fiori si trovano al nuovo parco Don Paride Chiocchetti?). A questo proposito è stata creata, all’interno del libretto, una vera “mappa del verde” di Lavis con le indicazioni di tutti i parchi.

Alla fine, quando tutti gli enigmi saranno risolti e tutti i tesori saranno stati scoperti, bisognerà staccare la chiave in fondo al libretto sulla quale va scritto il nome e la cosa che è piaciuta di più della caccia al tesoro, per poi portarla nel box di restituzione dei libri della biblioteca comunale, in piazzetta Degli Alpini.

Pronti per cominciare la vostra avventura? Tutti ai posti di combattimento!