Le mezzelune e il mistero del “QB”

Oggi sfrutterò spudoratamente questo post per sfatare un mistero che per me si è schiarito solo qualche tempo fa: il “QB”. Per tutti quelli che come me hanno finto per anni di sapere cosa significa è ora di uscire allo scoperto: il “QB” vive di vita propria nelle ricette di mezzo mondo e anche se non si capisce perché debba essere stato relegato a una sigla, significa solo “quanto basta”! L’ho detto! Eh sì, tutto qui, un banalissimo “quanto basta” e ora che il mistero è stato chiarito…lo sentite il profumino? E’ una ricetta di Antonella Iannone di incucinapuoi.it (con il qb naturalmente) che sta per essere sfornata proprio in vista del weekend.

Speciali per una merenda-coccola come la chiamo io, oppure per una festa di compleanno o come cadeau per quando andate far visita a qualcuno, le mezzelune sono veloci, gustose e low cost e la farcitura la potete decidere voi: crema pasticcera e nutella o marmellata ai frutti rossi insieme alla mela in perfetto “trentin style”.come-fare-la-lista-della-spesa_3142be99ecd46d3b70a715cae4a1af52
Partiamo sempre dalla lista della spesa (e qui vi chiedo, se non lo avete fatto, di dare uno sguardo al post “Bio o non bio? Quando osare si può” per prendere spunti interessanti sugli acquisti intelligenti). Per 25 pezzi gli acquisti ci sembrano low cost perché dovrete comprare: due rotoli di pasta sfoglia tonda (se siete già uno step più avanti potete anche farla a mano), una mela, Nutella qb 😉 , zucchero a velo qb. Se vi piace la la crema pasticcera allora aggiungete alla nota: 250 ml latte intero, 60g zucchero, due tuorli, 20g farina, una bacca di vanillina.

E ora? Se avete deciso per la crema pasticcera homemade preparatela per prima in questo modo:

tagliare nel senso della lunghezza la bacca di vaniglia, con la punta di un coltellino estrarre i semini e porli in una ciotola con i tuorli e lo zucchero; sbattere bene con una frusta a mano tutto il composto. Aggiungere la farina e mescolare. Scaldare il latte con la bacca di vaniglia in un tegame e appena inizia il bollore togliere dal fuoco. Filtrare poi il latte sopra il composto di uovo e zucchero e mescolare. ricetta-crema-pasticcera_1fd24227733f862637ea9d5f6e82a656Riportare il tutto sul fuoco a fiamma bassa, mescolare e quando raggiungerà il bollore, cuocere per alcuni minuti. Trascorso il tempo, spegnere il fuoco e, suggerimento prezioso della nostra Antonella, coprire la crema con la pellicola, facendola aderire alla crema, in modo che non si formi la pellicina. A questo punto lasciar raffreddare.

Se invece decideste di usare la marmellata di frutti rossi, che a me piace tantissimo, passate direttamente alla preparazione della mela, ma (solito promemoria per smemorine come me ) prima accendete il forno ventilato a 200°C. IMG_7371-300x200

BodyPartEcco come procedere: sbucciate la mela, tagliatela a fette fine e spruzzatele con mezzo succo di limone e un cucchiaino di zucchero a velo. Ci siamo quasi.. ora manca la parte che piacerà di più ai piccoli: stendere la pasta sfoglia e ricavare da ogni foglio circa 10 cerchi di 8 cm l’uno (per comodità potete utilizzare una tazza o un coppapasta che ai bambini piace un sacco). Fate fare ai piccoli dei buchini in ogni cerchio con i lembi di una forchetta e poi disponerre su ogni cerchio, una fetta di mela, un cucchiaino di nutella e uno di crema pasticcera oppure, nella versione più “natural style” un cucchiaino di marmellata ai frutti rossi. Ci siamo: chiudere a mezzaluna e sigillare bene i bordi e poi cuocere a forno caldo per 20 minuti.

Se ci riuscite 😛 fatele raffreddare.. resistere sarà impossibile! Grazie Antonella e grazie incucinapuoi.it !

BodyPart-2

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *