Qui in Trentino ci sono delle malghe davvero eccezionali, dove tutto profuma di buono e si ha la possibilità di entrare in contatto diretto con un mondo genuino. Una assolutamente da non perdere è Malga Casapinello, sopra il paesino di Torcegno, in Valsugana nella verde Val Cavè. A quota 1700 metri, è uno di quei posti in cui poi i bambini vogliono tornare sempre, ci sarà un motivo no? La struttura dispone di alcune camere da letto, anche con diversi posti letto, per poter trascorrere lassù più di una giornata. 

Innanzitutto abbiamo visto Enrico all’opera (lo è tutte le mattine) con la preparazione del burro e del formaggio: nel suo laboratorio di caseificazione ci ha spiegato come dal latte si arriva a questi prodotti che vediamo quotidianamente sulle nostre tavole. Pensate che lui fa bollire il latte come da tradizione, posizionandolo su un paiolo con il fuoco alimentato a legna. Vedete questo bel burro di colore giallino? Dovreste assaggiare anche voi quanto è buono!

Nei dintorni un sacco di animali da conoscere: i maialini, le mucche con i vitellini appena nati e tante storie che raccontano i gestori, dalla loro nascita più o meno complicata, al loro comportamento, a come trascorrono qui le loro giornate.

Come si arriva a Malga Casapinello: dalla statale della Valsugana, prendere l’uscita per Roncegno. Seguire le indicazioni per Ronchi e, superato il paese, all’altezza del Ristorante Le Betulle salire sulla sinistra. Proseguire per circa 5 km su strada asfaltata, poi seguite la segnaletica per Malga Casapinello. Gli ultimi due chilometri sono sterrati. Il consiglio è di percorrerli a piedi, una bella passeggiata che potrà essere ripagata con un delizioso pranzetto (info: 333 4974342).

Malga Casapinello partecipa all’iniziativa dell’Apt Valsugana Lagorai “Adotta una mucca”, che permette di “adottare” a distanza una mucca e poi andare a conoscerla durante il periodo dell’alpeggio per ritirare i prodotti realizzati con il suo latte. Carino, vero? Per adottare una mucca bisogna scegliere una delle 16 malghe che aderiscono al progetto e la mucca che vi ispira più simpatia. Con un bonifico bancario di 60 euro (50 euro per la malga per il mantenimento estivo in quota della mucca e 10 in beneficenza per progetti dedicati ai bambini) potrete visitare le mucche durante il periodo dell’alpeggio, indicativamente da metà giugno a metà settembre, e così ritirare i vostri prodotti caseari: formaggi freschi e stagionati, ricotte, burro, tosella e latte fresco, per portarti a casa i sapori e i profumi della montagna trentina.

NEI DINTORNI

Collocato a pochi passi dalla malga l’Ecomuseo del Lagorai ha individuato il “Sentiero del Lariceto” che per due chilometri di lunghezza attraversa una bellissima area formata da larici secolari. Una vera scoperta per grandi e piccini al termine del quale è possibile sostare al laghetto di Casapinello per un pic-nic tra la natura e la montagna. Per arrivare: uscita SS.47 a Borgo Valsugana seguire le indicazioni per Torcegno quindi proseguire per località Casapinello.