Musei da visitare in caso di pioggia

Nuvole, pioggia, un po’ di sole … questo weekend quasi autunnale è proprio incerto ! Fortunatamente a noi in trentino non va troppo male, a Trento e nelle immediate vicinanze ci sono tantissimi musei a misura di famiglia che unici nella loro particolarità conquistano e affascinano bambini e genitori.

Eccone alcuni di quelli che a noi sono piaciuti di più.

Il Castello del Buonconsiglio: tutti lo conoscono ma pochissimi lo hanno davvero visitato. Ed è un vero peccato perché al suo interno sono racchiuse tracce davvero suggestive sulla nostra storia. Assolutamente da visitare la Torre dell’Aquila con i suoi affreschi del ciclo delle stagioni. Periodicamente vengono organizzate  coinvolgenti attività per tutta la famiglia. (Questo castello aderisce al nostro circuito CARD. Scaricala gratis QUI e scopri i vantaggi!).

Il Museo Pietra Viva, davvero esiste ancora qualcuno che non lo conosce? Che sia la prima, la seconda o la …esima volta che lo visitate questo museo piace sempre: ogni volta si copre qualcosa di nuovo. Cercare pietre e minerali è un’avventura unica. E poi la simpatia dei gemelli Pallaoro conquista grandi e piccoli. Non per niente è uno dei nostri posti preferiti! Ricordiamo però che è sempre meglio telefonare prima per prenotare e assicurarsi che ci sia posto: è un museo molto richiesto! (Questo castello aderisce al nostro circuito CARD. Scaricala gratis QUI e scopri i vantaggi!).

museo roncegno 2Il Museo degli Strumenti Musicali: un piccolo gioiello racchiuso nel cuore della Valsugana. Al suo interno si possono trovare tantissimi strumenti particolari e unici che permettono di compiere un vero e proprio viaggio nel tempo passeggiando sulle note. Da tenere d’occhio anche perché sono tantissimi gli eventi (comprese le notti al museo) che vengono ciclicamente organizzati per intrattenere i piccoli ospiti. (Questo castello aderisce al nostro circuito CARD. Scaricala gratis QUI e scopri i vantaggi!).

Il MUSE. Ok. Il grande museo della scienza di Trento non ha bisogno di grandi presentazioni, tutti lo abbiamo visitato almeno una volta e ne siamo rimasti decisamente colpiti . Che tu sia grande, piccolo, amante della scienza, della natura o della tecnologia qui potrai trovare esattamente quello che cerchi. Un unico avvertimento: al Muse sai quando entri ma non sai quando esci, i bambini non si stuferebbero mai di correre su e giù dai suoi 5 piani. Periodicamente ci sono meravigliose e curiose mostre con giochi e laboratori per i più piccoli.

muse1

Museo della Guerra di Rovereto, probabilmente ci siamo stati, magari da bambini, quando c’era ancora la Campana della pace al suo interno, ma l’emozione nel tornarci non cambia. Siamo rimasti colpiti dalla sensibilità e dalla passione con cui viene trattato un tema tanto delicato come quello della guerra. I bambini ne escono sempre davvero affascinati, tanto che poi abbiamo intrapreso un sacco di passeggiate alla scoperta dei segni della guerra sul nostro territorio: su tutte le nostre passeggiate preferite, il Sorasass e le trincee del Monte Celva.

Un altro piccolo gioiello, poco distante da Trento, è il Museo Retico di San Zeno. Anche qui tracce di storia provenienti dal passato più o meno recente delle nostre valli: chi erano i reti? Come vivevano? La storia della Val di Non raccontata attraverso un “pozzo del tempo” assolutamente da scoprire. Per visitare questo museo chiamate in anticipo per scoprire e concordare gli orari di apertura.

Il Museo delle palafitte di Fiavè, se il tempo è bello meglio… si visitano anche i dintorni, ma se proprio la giornata costringe a stare all’interno niente paura: il museo di Fiavè è davvero bellissimo! Un vero viaggio nella preistoria che affascinerà tutti i bambini.

IMG_2345Una nuova e dolcissima scoperta (almeno per noi) è stata il MMape, il museo delle api e del miele! Qui i bambini potranno imparare tutto, ma proprio tutto sulla vita delle api e sul loro instancabile e preziosissimo lavoro. La visita guidata parte con una dolce degustazione di miele, sempre molto apprezzata dai più piccoli.

Spostandosi un po’ più a nord verso l’Alto Adige, si arriva a Bolzano dove non può mancare una visita al Museo delle Scienze Naturali, con il suo bellissimo acquario e al Museo archeologico di Bolzano, dove si può trovare la mummia di Otzi e scoprire un sacco di cose sul passato delle genti che popolavano le nostre montagne.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *