Ecco un tris di ricette semplici e gustose dall’appeal molto patriottico proposto da Antonella Iannone di www.incucinapuoi.it . Dopotutto i colori piacciono sempre ai bambini no? Sarà più facile convincerli e sarà anche più divertente cucinare. Ecco cosa cucineremo:

  • per la squadra VERDE: Burger di quinoa (o riso ) e piselli
  • per la squadra BIANCA: Mezzelune di patate ripiene di ricotta e spinaci
  • per la squadra ROSSA: Pomodori con cous cous integrale

Chi vincerà? Questo lo lasciamo decidere a voi, a noi piacciono tutte e tre e ci divertiremo a spadellarle nel week end.

VERDE: BURGER DI QUINOA E PISELLI

ajaxmail-3
Per la ricetta “VERDE” Antonella ha usato la farina di mais, che può essere sostituita con farina di riso o di ceci, senza contare che potete arricchire il tutto con l’aggiunta di spezie come la curcuma o cumino.

Ecco la lista della spesa green (per 6/8 burger):

  • 180 g piselli surgelati
  • 180 g quinoa
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 4 cucchiai di farina di mais
  • sale e pepe
  • olio d’oliva

Per prima cosa cuocere i piselli in acqua bollente per qualche minuto, scolarli e farli intiepidire. In un pentolino portare a bollore 540 g di acqua, salarla e versare la quinoa, cuocere per 15 minuti. A fine cottura far riposare e raffreddare. In una ciotola frullare metà dei piselli, poi aggiungere la restante metà e unire lo scalogno tritato, lo zenzero e la farina. Mescolare ed infine unire la quinoa fredda. Incorporare bene tutti gli ingredienti e aggiustare di sale e pepe. A questo punto, prelevare un po’ d’impasto e formare i classici burger. Scaldare un padella antiaderente e versare un filo d’olio d’oliva, cuocere i burger 1 minuto per lato. Vi convincono questi originali mini burger?

BIANCO: MEZZELUNE DI PATATE RIPIENE

ajaxmail-4
Per la squadra BIANCA un impasto fatto con le patate lesse ed un ripieno semplice di spinaci e ricotta (Antonella ha utilizzato quella di bufala che è più cremosa). Per arricchire si può mettere all’interno anche del prosciutto o dello speck, che regalano sempre un sapore più accentuato.

White (shopping) list:

  • 400g patate
  • 250g farina tipo 1
  • 1 uovo
  • per il ripieno:
  • 300g ricotta
  • 200g spinaci lessati
  • 80 g formaggio grana
  • sale e pepe

Procedete così: lessate le patate con la buccia per circa 40 minuti, sbucciatele e passarle allo schiaccia patate. Fate la classica fontana con la farina, aggiungere le patate, un pizzico di sale e l’uovo. Impastate bene fino ad ottenere un bel panetto compatto. Stendete con il mattarello una sfoglia di 2/3 mm e con un coppa pasta ritagliare dei cerchi. Strizzate gli spinaci e tagliateli a coltello in modo grossolano. In una ciotola amalgamate la ricotta con gli spinaci, il grana e regolare di sale e pepe. Farcite ogni cerchio con un cucchiaino di ripieno. Chiudete a mezzaluna e premete i bordi con i lembi di una forchetta (tipico lavoretto che possono fare anche i più piccini). Cuocete in acqua bollente salata per 4 minuti. Servite con burro fuso e grana oppure con il condimento che più vi piace.

 

ROSSO: POMODORI RIPIENI DI COUS COUS INTEGRALE

ajaxmail-7 Questi pomodori ripieni (che ricordano tanto quelli della nonna, ma in un una versione più chic), sono facili e versatili e si possono farcire con riso, quinoa, farro e altre cose buone. Antonella suggerisce che si possono condire con un trito di olive oppure con del tonno e magari aromatizzare i pomodori con origano fresco, timo, prezzemolo, basilico. A dire il vero Antonella propone un buon pesto di basilico…provate!

Lista rossa a voi:

  • 4 pomodori insalata
  • 150 g di cous cous precotto
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • qualche rametto di menta
  • 1 cucchiaio d’olio d’oliva
  • sale

Preparate prima il cous cous: versatelo in una ciotola con un cucchiaio di olio d’oliva e sgranatelo con la forchetta. Intanto versare l’acqua bollente pari al doppio del peso del cous cous (300g). Lasciatelo riposare per 15-20 minuti e sgranatelo nuovamente con la forchetta. Aggiungete le erbe sminuzzate e regolate di sale. Svuotate i pomodori della polpa e riempiteli con il composto. Siamo pronti con la nostra ricetta rossa: servitela a temperatura ambiente.

Battaglia difficilissima mi sembra di capire…verde, bianco o rosso? Noi non sappiamo scegliere, ma così, sulla carta è difficile: tocca mettere le mani in pasta! Rimbocchiamoci le maniche, svuotiamo il frigo e…buon divertimento!