L’Altipiano del Renon è una meta che ci piace molto, luogo particolarmente indicato per le famiglie che offre diverse possibilità un po’ in tutte le stagioni. Quella che vi raccontiamo oggi è un’escursione non particolarmente impegnativa che vi regalerà una vista meravigliosa a 360°, dalle Dolomiti, patrimonio UNESCO, con le cime del Sasso Putia, il gruppo delle Odle, il gruppo del Latemar, fino alle cime del Corno Nero e del Corno Bianco. Il punto di partenza della nostra escursione è in località Pemmern (circa una mezz’ora di macchina da Bolzano), stazione a valle della cabinovia del Corno del Renon. (QUI prezzi e orari) dove troverete un ampio parcheggio gratuito per chi sale con la cabinovia che in pochi minuti vi condurrà alla cima del Lago Nero ad un’invidiabile quota di 2070 metri.
Appena scesi i bambini noteranno subito il grande aquilotto Tony, personaggio chiave del nuovo sentiero tematico inaugurato nell’ estate 2020. (Qui il nostro racconto) Ma il nostro percorso parte con il Sentiero panoramico, sulla vostra destra che, come dice il nome vi regalerà un panorama favoloso. La stradina è comoda e battuta, percorribile anche con passeggini da trekking e si snoda tra una profumata distesa di pini mughi, vegetazione caratteristica in alta quota, oltre i 1800 metri.
Dopo pochi minuti arriveremo alla famosa tavola rotonda dove potrete “accomodarvi” e godere del meraviglioso panorama.

Dopo circa una mezz’ora di tranquilla camminata tra incredibili scorci e punti panoramici dove scattare qualche (migliaio) di foto e comode panchine noterete in lontananza sulla vostra destra il Rifugio Corno di Sotto (a quota 2042 metri).
I bambini qui verranno di certo catturati dal lungo scivolo, novità sempre inserita nel sentiero tematico di Tony e anche dalla grande aquila in legno su cui arrampicarsi.
Una piccola pausa è d’obbligo prima di proseguire per la nostra meta, il Corno del Renon, raggiungibile in circa 40 minuti di camminata, in costante salita, ma su un comodo sentiero immerso tra verdi pascoli dove ci si può fermare tranquillamente per riprendere fiato, fattibile anche per i bambini più piccoli che anzi generalmente hanno un’incredibile energia 😉
La fatica verrà ampiamente ripagata dal paesaggio spettacolare che troverete arrivati in cima, da un lato verdissimi prati costellati da pecore, piccoli agnellini e qualche simpatica capretta…
…e dall’altra un paesaggio più roccioso ma ugualmente affascinante.
In cima troverete il Rifugio Corno del Renon a quota 2259 metri dal quale possiamo godere del panorama a 360°: le Dolomiti, le Alpi Aurine, la Marmolada, lo Sciliar, il Catinaccio, il Latemar, un vero e proprio cinema all’aperto con uno spettacolo straordinario.

Di fronte al rifugio anche un piccolo ma grazioso parco giochi con ampio scivolo e un originale albero in legno su cui arrampicare.
E tante pecorelle che si fanno avvicinare senza paura.
Come anticipato appena scesi dalla cabinovia si può intraprendere il nuovo sentiero tematico dell’Aquilotto Tony (qui il nostro racconto) e qui troverete invece altre passeggiate sull’Altipiano del Renon.