Tag > trentino bambini fattorie pasqua

Spunti di primavera: un tour tra fattorie e maneggi

Non abbiamo segreti: per noi del Trentino dei bambini “primavera” significa la possibilità di uscire, esplorare, vivere la natura. Le fattorie e i maneggi sono i luoghi ideali per celebrare questa stagione che, come dice Timothy, “è la più bellissima dell’anno”. Se a questo aggiungete che fino a mercoledì i bambini sono tutti a casa e che le fattorie sono sempre un luogo amato,  questo veloce vademecum di posti da vedere vi sarà utilissimo. Potete persino stamparlo e spuntarlo.

Toccheremo tante zone del Trentino e sicuramente anche quelle vicine a casa vostra. Iniziamo il tour?

A Covelo di Cimone non perdete l’azienda agricola “PROFUMI DI CAMPAGNA”: Danila vi accoglierà con un sorriso e insieme a lei non solo la sua famiglia “umana” ma anche quella “animale”: coniglietti, pecorelle, lama, cani, gattini, caprette e via dicendo. Ognuno con una storia da raccontare. Da Danila porterete via anche qualche infallibile spunto “veg”.

A Bosentino, con una vista incredibile sopra il lago di Caldonazzo, fate un salto dalla simpatica Francesca del “LEPROTTO BISESTILE”: un sogno diventato realtà sulle pendici scoscese della montagna. La salita che Francesca si fa per curare le sue piante (in maggioranza officinali) e le sue bestiole (i galli sono il top, ma anche asini, conigli e via dicendo) è direttamente proporzionale all’amore che lei mette in questo suo lavoro. Se la chiamate avrà sicuramente qualcosa da mostrarvi e siamo sicuri che “il leprotto” sarà addobbato per Pasqua oltre che con il solito buonumore di Francesca.attila-730x410

Se vi piace la Val dei Mocheni tanto quanto piace a noi, oltre all’immancabile passaggio dal Museo Pietra Viva,  potete visitare “LA MARIANNA”  di Sant’Orsola che è proprio nei paraggi del museo. Qui gli asini e i cavalli la fanno da padrone e in questo periodo potete visitarli e lasciarvi affascinare da loro, mentre più avanti sarà possibile prendere la patente asinina, ambitissima dai bambini e, secondo noi, anche da qualche genitore.

Altri posti dove potete vedere cavalli e pony? Ci pensa, a Vigolo Vattaro, il MASO DEL SOLE, in un’atmosfera rilassata e piacevole: tra gatti dormiglioni, un piccolo bar dove riscaldarsi, la vista al centro di equitazione e, non per ultimo, il bosco a due passi.

Anche la Val di Non ha i suoi posti giusti per gli amanti del cavallo e dell’equitazione e noi vi ricordiamo gli amici del SUNNY RANCH di Cavareno, aperti tutto l’anno e disponibili a farvi capire come si vive a stretto contatto con gli equini. Noi non solo c’eravamo stati ma avevamo, parlo per me, fatto un emozionante giro a cavallo. Da provare.

Sull’altopiano di Pinè imperdibile anche IL SOGNO DI CHEYENNE. Il nome la dice  già  lunga. Potrete vedere anche caprette, oche, maialini, conigli, cani e molti altri amici animali. C’è un campo scuola di equitazione, un laghetto, un giardino di erbe officinali, una piscina ed un’area grill. Ci piace no?

Se vi volete far guidare anche dalla gola non potete perdervi l’AGRITUR SOLASNA, in Val di Sole a Caldes. Silvia lo adora, e non solo per il cibo. Se ci andate non potete non salutare Galileo l’asinello, ma tanti sono i simpatici e buffi animali presenti, come le pecore, le caprette, le oche, le mucche e le galline. Cura del dettaglio e grandi sorrisi. Da vedere.

DSC_0543-1024x679

Li conosciamo da anni e la loro capacità di coinvolgere i bambini e di far vedere cose bellissime è naturale: alla fattoria EN GALAVRA di  Godenzo di Lomaso vi divertirete tutti, genitori compresi. Cosa vedere? La particolarità è che è un luogo autentico, aperto tutto l’anno, anche la domenica e i festivi e non serve la prenotazione. Perché  per le visite delle famiglie non ci sono attività strutturate: si partecipa semplicemente a quello che stanno facendo in quel momento gli abitanti della fattoria. Forte vero?

Sulle Alpi Cimbre, a Folgaria, una fattoria dal nome strano ma indimenticabile il LONGANORBAIT. Noi c’eravamo stati con Timothy e ci eravamo divertiti tantissimo non solo a provare l’oncoterapia, ma anche a conoscere il cavallo (la cavalla in realtà) più vecchia del Trentino: Tamara. Quasi quarantenne e incredibilmente vispa! Fateci sapere se si è fatta accarezzare.

Amanti del Primiero? A Canal S. Bovo l’azienda agricola EL MAZAROL domina la Valle del Vanoi. Aperta tutto l’anno troverete una cinquantina di capre da latte e le mie preferite: le api. Qui i gestori usano la cura alternativa degli animali che, grazie a quesa filosofia, danno prodotti molto energetici. E’ una biofattoria didattica tutta da scoprire! malga-730x548

Anche con ATHABASKA avrete di che divertirvi: alle Malghette Darè, vicino a Campiglio, ci sono non solo lama e alpaca, ma anche un sacco di cose divertenti da scoprire sui cani e sui maialini tibetani, persino come sono sopravvivere a un attacco di orso! non perdete l’occasione.

Se vi abbiamo fatto venire voglia di vedere gli animali conosciamo altri posti super interessanti da vedere, anche se non sono proprio fattorie didattiche. In primis il  PARCO FAUNISTICO DI SPORMAGGIORE che apre in via straordinaria proprio il 26, 27, 28 marzo 2016. Qui troverete non solo i famosi orsi, ma anche le linci, le volpi, il lupo, i pavoni (come non saperlo con un fan come Timmy?) e tantissimi altri animali. Affascinati dai cervi? Non perdete il PARCO DI PANEVEGGIO, di cui tante volte vi abbiamo parlato sia in estate che in inverno… sempre uno spettacolo! Ma anche l’area faunistica vicino agli impianti di PEJO, meno conosciuta ma con grandi risorse, merita una visita. 

Ne avete abbastanza? Ora non vi resta che decidere: non è facile ma potete farcela! Noi non vi sveliamo dovremo andremo in questi giorni di festa. Non molto lontano ma il Trentino Alto Adige è bello per questo: un sacco di cose da fare e da vedere a due passi da casa.

Buona Pasqua a tutti!