Figli che non amano il pesce ma adorano il tonno? Che si fa? Semplice, si prende il tonno (al naturale) e lo si sgocciola, così da ottenere una via di mezzo fra il gustoso e il sano,  e ci si reinventa qualcosa che a loro piace sempre: il mitico “burger”.  Naturalmente via libera alla fantasia: si può arricchire con pezzetti di olive o magari delle zucchine o carote grattugiate e via dicendo, basta solo che siano cose buone (e sane se potete). La cottura è anche un punto a favore e potete scegliere: friggerli oppure farli al forno, Antonella Iannone del blog incucinapuoi.it, la fonte di questa ricetta, in genere li cuoce in una padella antiaderente.

La lista della spesa? Semplice come la ricetta. Ecco cosa vi serve per cinque mini burger:

150 g tonno in scatola naturale
60 g pancarrè
½ uovo
prezzemolo tritato
sale
olio di arachide
latte (solo se necessario)

ajaxmail-49

Pronti a pasticciare un po’? Che se non si pasticcia che “burger” è? In una ciotola mettere il tonno ben sgocciolato e sminuzzare con le mani (potete farlo fare ai piccoli ma poi occhio al profumino di tonno che gli può rimanere sulle mani…magari in questo caso usate la forchetta ). Aggiungete il pancarrè sbriciolato, il sale, il prezzemolo e l’uovo sbattuto e se l’impasto risulta troppo asciutto aggiungere un cucchiaio di latte. Formate con l’impasto 5 palline grandi come un mandarino e schiacciatele bene, proprio in stile “polpetta”.
La cottura, come dicevamo, sceglietela voi: o li friggete in abbondante olio caldo oppure spennellateli con un velo d’olio e cuoceteli sulla piastra o nella padella antiaderente oppure ancora in forno ventilato a 200° per 15 minuti, che è la soluzione più light.

 

 

Idea pranzo o cena perfetta per ingolosire i piccoli e non appesantirli troppo! Ci piace.