Pennino, calamaio, gessetti e il profumo del pane appena fatto... che magica giornata al museo! Un vero viaggio nel passato, dove non solo i bambini mettevano un grembiule tutti uguale ma dove anche la maestra indossava la sua divisa. Che differenza dalla scuola di oggi!

Trovo finalmente il tempo di parlare di una bellissima esperienza al Museo degli usi e costumi di Mezzolombardo, un posto che meditavo da tempo di visitare e in cui ho avuto occasione di andare grazie alle “famiglie al Museo“.

Appena entrati ci è stato assegnato un colore (il verde, con disappunto di Samuel niente arancione) e siamo stati suddivisi in 4 squadre da 25 bambini ciascuna. Già perché eranoo davvero tantissimi i bambini che hanno partecipato ai 4 laboratori proposti!

Come prima cosa abbiamo imparato a fabbricare dei veri gessetti con gesso, argilla, acqua e uno stampino trasparente. Che magia scoprire il profumo dei materiali naturali… e che bello poter tracciare delle linee con un gessetto fatto da noi!

20151004_150445

Poi silenzio… tutti in classe! Ma non una classe di oggi, una classe di 50 e più anni fa con una “severa” maestra che ha messo subito in riga tutti i bambini, e i genitori che, seduti intorno alla classe non hanno osato fiatare per paura di essere mandati in direzione.

20151004_154610

Ma lo sapevate che un tempo bastava un nastrino slacciato per essere messi in castigo? Ma la magia di usare pennino e calamaio ha conquistato tutti… parole tracciate come un tempo, con una grafia ordinata e composta… insomma un vero incubo per chi, come me, è mancino!

Finita la lezione tutti in piedi e giù per le scale! Dove ci aspettava un laboratorio speciale: una lavagnetta e un cancellino, ovvio direi, dopo i gessetti colorati!

20151004_161519

Per ultimo una profumata merenda di un a volta, con pane fatto in casa (il segreto per panini morbidi è la lenta lievitazione in frigo -un’intera notte e poi un paio d’ore fuori), burro di malga, marmellata e zucchero. Che meraviglia pasticciare con gli ingredienti e poi assaggiare quanto è stato creato!

20151004_165236

In un soffio la giornata è passata, tra risate, laboratori e un pizzico di nostalgia. Ora non vediamo l’ora che tornino le “famiglie al museo” per scoprire quali altre meravigliose sorprese i musei trentini avranno in serbo per noi.

Ps. Samuel è abbacchiato lo so… non è assolutamente noia è febbre che ARGH ci ha già colpiti quest’anno!