Nuotare nel lago di Ledro

Giornata splendida oggi al Lago di Ledro. Meno conosciuto del suo fratello maggiore Lago di Garda, è l’alternativa ideale per un bel bagno, uno splendido panorama e un’immersione nell’atmosfera estiva. Sì perché qui – come quando metti piede a Riva o a Torbole – è subito un altro mondo.

DSC_0645

Noi oggi, in gita con Manuela ed i suoi bimbi Timothy e Sophie, abbiamo prima fatto una bella passeggiata lungo il Belvedere (dall’albergo Mezzolago si sale verso la chiesetta e si parcheggia lì): una ventina di minuti su strada asfaltata, perfetta per i passeggini. Poi con l’auto ci siamo spostati verso il Museo delle Palafitte, molto ombreggiato e quindi ideale con la calura di oggi) e da lì abbiamo continuato a passeggiare fino a Pur, dove ci sono le spiagge più tranquille e meno frequentate. Noi ci siamo andati anche per un’altra ragione: con noi infatti c’era la cagnolina Dea, e proprio a Pur c’è una zona riservata ai nostri amici quattro zampe, dove possono scondinzolare felici.

DSC_0657Qualche minuto ed i bambini erano già in acqua…temperatura perfetta e le risate gioiose che solo l’acqua fresca sa regalare. Vi ricordo che  qui vicino c’è la bellissima passeggiata di Ledro Land Art e che se volete effettuare il giro completo di questo incantevole specchio d’acqua potete farlo in due ore circa, quasi esclusivamente su pista ciclopedonale (alcuni tratti misti ma poco frequentati dalle auto). Le altre spiagge sono a Molina, oggi decisamente affollata (foto sotto); Pieve, che degrada dolcemente; Mezzolago, direttamente sul lago grazie ad una piattaforma galleggiante. Ogni spiaggia è dotata di servizi igienici, parco giochi e parcheggio prevalentemente a pagamento. Inoltre ci sono bar, noleggio imbarcazioni e pedalò (tranne che a Pur), campo da beach volley (Pieve e Molina) e da tennis (Molina).

DSC_0651

4 CommentiLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *