Sempre a caccia di nuovi posti da esplorare per delle nuove entusiasmanti avventure invernali, siamo andati in visita a El Malget, Malga Praredont, a Ville d’Anaunia, Tuenno. Gestito da Luca e Katia, è un agriturismo e fattoria didattica a 1.050 metri di altitudine: un posto pieno di simpatici animali e baciato dal sole, da cui si può godere una splendida vista sulla Valle di Non.

L’avventura inizia sin dal percorso per arrivare: visto che di inverno la strada forestale è chiusa al traffico, Luca e Katia sono disponibili, su richiesta, a venirvi a prendere al parcheggio Ciaretar, dove potrete lasciare liberamente la macchina. E se c’è la neve, il passaggio è sul gatto delle nevi o sulla motoslitta, per un’esperienza unica ed emozionante.

Ovviamente è anche possibile procedere a piedi ma bisogna considerare che si tratta di 3 km per 350 metri di dislivello circa, con alcuni tratti di salita particolarmente impegnativi, per cui bisogna regolarsi in base alla volontà di camminare dei vostri bimbi.

Per la discesa? A voi la scelta! In questo caso, se la quantità di neve è sufficiente, si può ritornare al parcheggio con slitta o bob.

La struttura è davvero calda e accogliente, grazie agli arredi in legno e alla grande ospitalità del personale. Si può scegliere di mangiare all’interno, nella veranda riscaldata esterna o sul terrazzo, da cui si possono raggiungere gli animali della fattoria.

Il Malget ospita galline, maiali, conigli, mucche, capre e addirittura un paio di alpaca, protagonisti di laboratori e attività didattiche che vengono organizzate nel corso dell’anno. Ma anche splendidi cavalli, da conoscere, accarezzare e, solo durante la bella stagione, provare a cavalcare.

C’è inoltre un caseificio, dove al mattino – su prenotazione – si può assistere alla produzione di caciotte, yogurt, ricotta e burro. Non prima di aver imparato a mungere le mucche o a fare il fieno, però! Accanto all’agritur, anche un orto, dove d’estate si può giocare a diventare contadini per un giorno.

In menù, piatti semplici e genuini ma molto gustosi, preparati utilizzando prodotti dell’azienda agricola o, comunque, a chilometro zero. Noi abbiamo scelto l’originale tagliere del montanaro, con patate, pancetta e radicchio rosso, le tagliatelle al ragù di cervo, delicatissime anche per il gusto dei bambini, una zuppa d’orzo e un filetto di cervo, con una mousse di cachi e amaretti per chiudere in bellezza.

A disposizione anche la degustazione dei formaggi “made in Malget” con marmellata della casa e i taglieri misti, oltre a grandi classici come canederli al formaggio o allo speck al burro o in brodo, spezzatino, crauti, formaggio e polenta, stinco di maiale o polenta, formaggio e funghi. Tutto a prezzi davvero onesti.

A disposizione dei bimbi, un’altalena e giochi a molla ma anche slitte e bob dei padroni di casa per divertirsi nel grande prato davanti all’agritur. Per una breve passeggiata, inoltre, c’è un giro ad anello di 30 minuti (si trovano le indicazioni di partenza proprio dietro alla fattoria degli animali) o, per chi ha voglia di camminare di più, il percorso di due ore fino a Malga Culmei.

Nei dintorni sono indicate altre passeggiate, come quella che in poco più di due chilometri porta al Malghetto di Tassullo, da dove si può rientrare al parcheggio del Ciaretar. Va però considerato che si addentra nel bosco per cui è sconsigliato affrontarla con i più piccoli in caso di neve.

Dal mese di marzo, inoltre, saranno disponibili tre camere per fermarsi a dormire ed avere più tempo per esplorare i dintorni.

Sotto le feste natalizie lo trovate aperto tutti i giorni a pranzo e a cena, altrimenti solo nei fine settimana, da venerdì a domenica.

Per prenotare un tavolo e/o il passaggio o qualsiasi info, chiamare il numero 338 178 3221.