Al Tonale Beach, un bagno inaspettato

Siamo stati finalmente al Tonale, che era dai tempi della settimana bianca delle medie che non ci andavo. La sorpresa più bella è stato sicuramente il Villaggio delle Marmotte a Valbiolo, ma abbiamo fatto anche una bellissima passeggiata proprio dal passo fino a Tonale Beach. A noi i lidi naturali piacciono moltissimo: quelli dove potersi immergere (almeno con i piedi, se l’acqua è troppo fredda!) quando mancano laghi e piscine nei dintorni. Siamo partiti dal campo sportivo, dopo aver fatto una visita al vicino sacrario militare che custodisce i corpi di centinaia di soldati morti durante la Prima Guerra Mondiale. Samuel si è fermato a leggere i nomi, i gradi, l’età e la provenienza di quegli uomini. Un’occasione in più per riflettere sulle implicazioni dei conflitti.

DSC_0297

Dopo aver incontrato la nostra amica Silvia con quei pasticcini di Emanuele e Filippo con gli occhiali nuovi (il giovedì è giorno di mercato in Tonale!) ci siamo  avviati verso la meta, seguendo il percorso vita che inizia dalla chiesetta. Si passeggia su strada forestale sterrata, adatta anche alle bici e ai passeggini, in leggera salita. Divertenti (anche se da mettere a posto sicuramente!) i vari esercizi indicati. Samuel, ormai in piena preadolescenza e desideroso di mostrare le sue capacità fisiche,  li ha fatti tutti seguendo perfettamente il compito. Salvatore per un po’ gli è stato dietro, mentre io dopo una o due prove ho alzato le mani dicendo che è lui che deve provare le cose che vediamo, mica io 😉

DSC_0356

Noi ci abbiamo messo una vita, fermandoci ogni dieci metri, altrimenti in una quarantina di minuti si arriva alla fine e al grande traliccio dell’elettricità si gira a destra nel bosco (in realtà è come continuare dritti). Dopo un quarto d’ora ecco il prato della località Reseghe, con tavoli da picnic e possibilità di fare il barbecue. E dopo un altro quarto d’ora (fin qui si arriva con il passeggino, poi no e mantenete la destra) eccoci a Tonale Beach: un delizioso ponticello e un susseguirsi di spiaggette dove i bambini possono giocare con la sabbia e mettere i piedi nell’acqua, compatibilmente alla temperatura del torrente, che scende proprio dal ghiacciaio della Presena.
DSC_0369
Risalendo il fiume sulla riva sinistra incontrerete ponticelli, nuove spiagge, scorci suggestivi, fino ad arrivare dopo una mezz’ora alla località alveo del Presena, una bella conca attorniata da montagne molto scenografiche, su tutte la Presanella con il suo ghiacciaio. Per il ritorno calcolate due ore o poco più.

1 CommentoLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *