Bondone: la Malga Brigolina e dintorni

Che bello il Monte Bondone! Non valorizzato quanto merita, è la montagna dei trentini ed offre tantissime possibilità per passeggiare. Noi oggi abbiamo provato questo percorso che si può fare tutto in una volta, oppure essere idealmente diviso in tre parti. A voi la scelta. Venendo da Sopramonte abbiamo lasciato l’auto nel piccolo parcheggio che si trova PRIMA di quello che si utilizza normalmente, visto che coincide con le indicazioni per la Malga Brigolina. E’ una passeggiata nel bosco su un comodo sentiero adatto a tutti, che porta in mezzora nei prati della malga a quasi 1000 metri d’altitudine. Qui lo spettacolo è un incanto: una corona di montagne, tra cui spicca il nostro Brenta, che fa da cornice a questo posto molto noto ai trentini. C’è da dire che la gestione non è sempre all’altezza delle aspettative, sia per la qualità del cibo che per la cortesia di chi ci lavora. E’ una sorta di roulette, insomma: può andare benissimo o malissimo, a voi decidere se scommettere o no.

IMG-20150413-WA0005Davanti alla struttura troviamo un simpatico parco giochi con una bella mucca e un cavallo di legno,  casette di legno e altalene. Per chi ha ancora voglia di camminare ci sono le frecce segnaletiche che indicano Prà della Fava. Il sentiero è un po’ ripido, ma bellissimo, e  soprattutto troviamo ben 13 cartelli colorati con altrettante favole ambientate in Bondone come “Il rapimento dell’Aurora Brigolina”, “Le pepite d’oro delle Fate Viote”, “Il fieno miracoloso di nonno Noè”…e così via.

IMG-20150413-WA0003Di certo i bambini non si annoieranno: curiosi di sentire la prossima storia arriveranno velocemente alla meta. Ed ecco il terzo tratto: proseguendo su strada pressoché pianeggiante in un’ora si arriva a quella che era la Malga di Mezzavia ed è percorribile anche con il passeggino. Chi volesse fare solo questo pezzo può lasciare la macchina dopo Candriai, al Prà della Fava, che si trova sulla destra. Questa passeggiata è davvero rilassante: sempre in mezzo al bosco, in primavera comincia a colorarsi mostrandoci una quantità indescrivibile di fiori e, se siete fortunati come noi,  avrete la fortuna di vedere pure gli scoiattoli. Lungo il percorso continuano i cartelli con le favole ed in più potrete ammirare delle bellissime sculture fatte con gli elementi del bosco.

IMG-20150413-WA0014Ecco infatti un ragno gigantesco e poi l’arca di Noè, un tronco intagliato, delle panchine che sembrano animali,… Alla fine arriviamo al grande  prato della Malga di Mezzavia: qui possiamo fermarci a gustare un panino, a correre senza pericolo alcuno, per poi felici ritornare al nostro punto di partenza rifacendo lo stesso percorso o ritornando alla Malga Brigolina dalla strada principale.

2 CommentiLascia un commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *