Reddito di attivazione: cosa c’è da sapere?

L’Agenzia del lavoro della Provincia di Trento riconosce il Reddito di Attivazione ad integrazione dell’ indennità statale NASpI , aumentandone la durata.

A chi spetta? 
L’Indennità spetta ai lavoratori che hanno terminato il periodo massimo indennizzabile a titolo di NASpI, non hanno usufruito dell’ASDI o del RA per 6 mesi o più nei 12 mesi precedenti il termine del periodo di fruizione della NASpI e sono in possesso di una attestazione dell’ISEE che non superi gli € 8.000,00.
Sono inoltre beneficiari del RA i soggetti al termine di attività con assegno di ricerca presso università o altri enti, ai quali non sia stata accolta la richiesta di DIS-COLL o di altro ammortizzatore sociale previsto dalla normativa statale.

Da quando si può usufruire del Reddito di Attivazione?

Il RA spetta dal giorno successivo alla data di cessazione del periodo massimo indennizzabile a titolo di NASpl.

Qual è la durata massima?
Il periodo massimo in cui si può usufruire del RA è 6 mesi.

Qual è l’importo giornaliero?
L’importo giornaliero del RA è pari al 75% dell’ultima indennità giornaliera di NASpi percepita.
L’importo giornaliero del RA per i disoccupati al termine di attività con assegno di ricerca è pari a € 20,00 per ogni giorno in cui il soggetto è privo di occupazione.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *