Ormai, per fortuna, la parolina “DSA” (disturbi specifici dell’apprendimento) è conosciuta da sempre più persone e presa in considerazione per la reale importanza che essa ha, in vista del miglioramento delle condizioni di apprendimento di tanti bambini che frequentano le scuole, non solo trentine. Essere discalculo, dislessico, disgrafico e via dicendo, al giorno d’oggi rimane sempre, a causa di alcuni limiti del sistema, un po’ difficile, ma le persone, le associazioni e le iniziative che si muovono sul territorio fanno ben sperare per il futuro.

Immaginate un sabato intero in biblioteca (la mattina dalle 9 alle 12 e il pomeriggio dalle 15 alle 18) dedicato alla scoperta del panorama librario per DSA, non solo informativo, ma anche di supporto e dilettevole. La location appunto è quella confortevole dell’aula didattica della biblioteca per ragazzi alla palazzina Liberty di Trento e la cosa importante è la costante presenza di un consulente pronto a spiegare, aiutare, seguire e indicare come si utilizzano i vari strumenti messi a disposizione gratuitamente per questa occasione.

Sui tavoli dell’aula didattica della palazzina Liberty infatti, a completa e gratuita disposizione delle famiglie e dei ragazzi che parteciperanno, ci saranno: libri di saggistica per informarsi sui disturbi dell’apprendimento, supporti didattici (per esempio “Storia facile per la Quinta elementare ecc.. ), libri di narrativa a lettura facilitata (con font più grandi ecc..), audiolibri  con prova diretta su pc. Il tutto da poter prendere “in prestito” tramite il sistema bibliotecario: un’ottima idea per consultare, sperimentare e valutare i vari materiali. 

Non solo libri per questo sportello speciale: sui pc presenti in sala gireranno anche i più comuni e utili software dedicati ai BES (sintesi vocale, creazione mappe, ecc…), ma non solo quelli costosi che si acquistano nelle librerie, anche quelli “open source” da scaricare gratuitamente  proprio per valutarne la comodità, l’efficacia e, per le famiglie, l’opportunità o meno di acquistarli o di scaricarli da internet. Un esempio lampante è il tutore dattilo per l’utilizzo  delle dieci dita nella battitura a tastiera: un programma scaricabile liberamente e molto utile.

La marcia in più del progetto è che un consulente sarà sempre a disposizione per domande e consigli, ma anche per brevi tutorial live di utilizzo dei software. Utilissimo! 

Una bella novità dunque questo B.E.S.t Library, dedicata alle famiglie con ragazzi DSA (ma non solo)  ideata e progettata da PERISCOPIO, un’associazione che come mission ha quella di sostenere e motivare i bambini, i ragazzi e i giovani che si rapportano con l’ambiente scuola, offrendo loro percorsi di accompagnamento allo studio che lo facciano sperimentare come scoperta della realtà e di se stessi. La sede è a Trento in via Saluga,7 .

Per info sul progetto, in collaborazione con la Biblioteca di Trento, chiamare il 0461889559 oppure scrivere a info@bibcom.trento.it.