Per effetto dell’emergenza sanitaria il Governo da un lato e la Provincia Autonoma di Trento dall’altro, hanno varato delle misure di sostegno all’economia legata al turismo, chiamate “bonus vacanze”. Si distinguono per importi, criteri di accesso e modalità di richiesta. Fino al 31 dicembre 2020 avete tempo per effettuare la richiesta. 

BONUS VACANZE NAZIONALE

Permette di ricevere un contributo fino 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast aderenti in Italia. La richiesta può essere effettuata dal 1° luglio al 31 dicembre 2020.

Chi ne ha diritto? I nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro. Per il calcolo dell’ISEE è necessaria la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU), che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo.

Hotel Schneeberg

L’importo concesso sarà definito secondo il numero dei componenti del nucleo familiare: 500 euro per nucleo composto da tre o più persone, 300 euro da due persone, 150 euro da una persona.

COME SI OTTIENE? Solo online.

I passaggi sono questi:

  • avere od ottenere un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE 3.0 (Carta d’Identità Elettronica). Al momento della richiesta del bonus, infatti, si dovranno inserire le credenziali SPID e successivamente fornire l’Isee. Per ottenere l’identità SPID in modo semplice vi consigliamo di andare all’ufficio postale più vicino, il rilascio è gratuito.
  • scaricare l’app IO che è l’applicazione dei servizi pubblici. Si può scaricare gratuitamente dagli store digitali, cliccando QUI. Se si riscontrano difficoltà con l’uso dell’app IO cliccare QUI per avere assistenza.
  • effettuare la richiesta di bonus attraverso l’app IO seguendo tutti i passaggi richiesti.

Alpin Hotel Masl

A questo punto il bonus vi verrà negato oppure concesso. In questo secondo caso il bonus verrà identificato da un codice univoco, a cui sarà associato anche un QR code: non servirà stamparlo perché si potrà avere sempre a disposizione sul proprio smartphone.

ED ORA COME SI SPENDE IL BUONO? Per prima cosa va identificata una struttura che accetta il bonus e solo al momento del pagamento (per evitare che venga utilizzato per errore) il codice va comunicato all’albergatore, insieme al proprio codice fiscale. A questo punto il bonus verrà scalato direttamente dalla cifra da pagare per il soggiorno (l’80%, mentre il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene intestato il documento di spesa del soggiorno che sia fattura, documento commerciale, scontrino o ricevuta fiscale).

Il bonus è una tantum: una volta utilizzato non potrà essere chiesto nuovamente. Inoltre deve essere speso in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia

Le strutture che possono garantirlo sono: albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast. QUI trovate il pdf del vademecum redatto dall’Agenzia delle entrate. Tra le strutture che noi consigliamo e che trovate nella sezione “ricettivtà” di questo sito potete spendere il vostro buono da:

  • Hotel Shandranj
  • Chalet Al Foss
  • Hotel Miravalle (solo in settembre e su un minimo di 5 notti)
  • Hotel Schneeberg
  • Hotel Ambiez (dipende dal periodo e dal numero di notti, meglio chiamare)
  • Hotel Dulac (minimo 5 notti)
  • Hotel Masl
  • Bergidyllyhotel Tratterhof

BERGIDYLLHOTEL TRATTERHOF

BONUS VACANZE TRENTINO 

La Provincia autonoma di Trento mette a disposizione di tutti i residenti del Trentino, senza distinzione di reddito, un bonus di 50 € a persona pagante per ogni soggiorno di almeno 3 notti, oppure 100 € a persona pagante per i soggiorni di almeno 7 notti. Il bonus può essere utilizzato in tutte le strutture ricettive ad eccezione degli appartamenti privati (chiamati “alloggi per uso turistico”) che aderiscono all’iniziativa. Questo contributo  è valido dal 1° luglio 2020 fino al 30 novembre 2020.

Parc hotel Du Lac

Ne hanno diritto le persone che:

  • sono residenti in provincia di Trento
  • hanno soggiornato per almeno 3 notti in una struttura ricettiva in Trentino, ad eccezione degli appartamenti privati (alloggi per uso turistico), tra il 1° luglio e il 30 novembre 2020 e possono documentarlo con il dovuto documento fiscale

Per inoltrare la richiesta basta connettersi alla sezione dedicata cliccando QUI. A questa procedura si può accedere anche senza SPID o carta d’identità digitale. 

Il procedimento in questo caso, rispetto a quello utile per la misura governativa è inverso: al momento della domanda sul portale bisogna infatti attestare il pernottamento presso una delle strutture ricettive del nostro territorio tramite fattura o ricevuta fiscale. 

Come si inoltra in pratica la richiesta?

  1. Procuratevi una marca da bollo da €16
  2. accedere alla piattaforma per fare domanda utilizzando le credenziali  SPID , oppure  CNS  CPS attiva (clicca QUI per accedere), oppure selezionando l’accesso senza credenziali.
  3. compilare la domanda e inserisci gli estremi della marca da bollo
  4. allega copia del documento d’identità. Attenzione: sul documento fiscale (fattura/ricevuta fiscale) devono essere indicati una serie di dati (denominazione, indirizzo e Partita Iva/Codice Fiscale della struttura ricettiva; la data di arrivo e di partenza, o in alternativa il numero di notti del soggiorno; nome, cognome e codice fiscale dell’intestatario della fattura/ricevuta fiscale; numero degli ospiti paganti cui la fattura/ricevuta fiscale si riferisce quietanza di pagamento.)  Se nel tuo documento fiscale manca qualche elemento, indica anche il gestore della struttura ricettiva per i dati mancanti. L’attestazione può essere resa su carta intestata della struttura ricettiva con timbro e firma dell’attestante, oppure tramite e-mail inviata dalla casella di posta certificata della struttura ricettiva al richiedente, da scansionare e allegare alla domanda. Se hai effettuato una vacanza in gruppo (non familiari) ed è stata emessa un’unica fattura/ricevuta fiscale, dovrai allegare anche la dichiarazione sostitutiva e i documenti d’identità degli altri partecipanti.

    Chalet Al Foss

Se ci sono altri dubbi puoi consultare le FAQ cliccando QUI.