Dosso Larici: il Rifugio del Gigante!

Questo è uno dei posti imperdibili della Paganella: dopo aver scoperto lo scorso inverno che mi ero persa, chissà come, il “Sentiero del Gigante” poco lontano dal paese di Fai della Paganella, non volevo assolutamente perdermi il suo trasferimento al Rifugio Dosso Larici. Questa bella idea, realizzata da Gigi Weber, è stata spostata nei pressi del rifugio di famiglia in quota, a quasi 2000 metri. Ci si arriva prendendo una seggiovia dal Santel (sempre a Fai) e camminando per un’ora abbondante su strada prima in leggera e poi seria salita; oppure prendendo due impianti (fino alla Selletta) e scendendo per circa 20 minuti a piedi.
La sostanza non cambia e Alice e Giulia si sono appassionate nell’individuare tutti gli oggetti del “gigante”: la sedia, l’accetta, la vanga e il rastrello, la lanterna e poi il bottone, la pipa, il pettine e cosí via. Installazioni molto carine, che fanno viaggiare con la fantasia.
Sentiero-dei-giganti-paganella-4E non sono le sole cose a misura di bambino, con un bel trenino in legno, capanne da indiani e dolci lama da accarezzare, con cui é possibile fare anche i trekking. Noi abbiamo mangiato molto bene: tagliatelle con i funghi, stinco e patate, costine e patate. Porzioni abbondanti, prezzi nella media per la Paganella.
Sentiero-dei-giganti-paganella-2Sentiero-dei-giganti-paganella
Belli anche i tavoli all’aperto dove di mangia. Chi ha ancora energie può risalire fino all’arrivo della seconda seggiovia e prendere l’ultima fino alla cima (sempre un’emozione il panorama da lassú, di fronte al Brenta), oppure si può scendere fino al Rifugio Meritz e tornare in seggiovia al punto di partenza. Comunque sia, un posto da non perdere prima della chiusura degli impianti!

Per orari e prezzi degli impianti di risalita, CLICCATE QUI.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *