Kuni Kids Park: bambini al centro commerciale

Mio marito è per metà lussemburghese e spesso ci è capitato di frequentare in Lussemburgo o in paesi limitrofi (Belgio, Francia, Germania), dei centri commerciali non solo “a misura di bambino” (frase fatta che serve a invogliare i clienti), ma realmente pensati per i bambini. Parchi gioco a tema, baby parking, junior cinema, gonfiabili, mini bar e molto altro non sono per me cose fantascientifiche, almeno finché mi trovo all’estero. Per quanto riguarda Trento e dintorni siamo, ahimè, lontani anni luce. Io non sono una fanatica dei centri commerciali e la domenica di certo non mi rintano in questi luoghi affollati e poco adatti ai bambini, ma è inutile: prima o poi ci dobbiamo andare tutti…o quasi. E se la volta che ci tocca andare per forza,  la nonna non ci tiene il pupo? E se “il pupo” ha 10 anni, ci potrebbe seguire, ma piuttosto inscena la seconda guerra mondiale? Se vivi a Trento niente da fare: non vai a nessun centro commerciale ma nemmeno in centro storico, diciamocelo. A Bolzano invece sì.

KUNI-LOGO_personaggio_piccolinoAl nuovo centro commerciale Twenty di via Galileiper altro vicinissimo all’uscita dell’autostrada e con un ampio e comodo parcheggio, ci sono ben 500 mq di divertimento per bimbi dai 3 agli 11 anni, si tratta del Kuni Kids Park. Qui si trovano tante attrazioni e bellissimi ambienti ispirati alle leggende dell’Alto Adige. E come se non bastasse tutti gli arredi e i giochi del Kuni Kids Park sono realizzati su misura in legno e le pareti sono animate dai bellissimi personaggi nati dalla fantasia dell’illustratrice Evi Gasser. Nessun mobile “IKEA style” dunque, che ormai sono un must per chi desidera avere un’area family, ma un vero e proprio arredo ad hoc. Fantascienza? Direi di no.

Questo parco a tema è gestito dalla cooperativa Ki.Ba.Project e dal suo staff di educatrici: Caroline, Daniela, Helene, Jessica, Magdalena, Miranda e Simone, ognuna con il suo compito, ognuna decisa a far divertire tutti i piccoli che passano per di qua. Questo staff si occupa dell’assistenza ai bambini oltre che della cura del programma ludico/creativo che prevede laboratori artistici ed altre attività comuni (qui il programma del mese). Ogni mese l’iniziativa: “Il libro del mese” con la lettura di libri per l’infanzia. Ma al KUNI si possono anche organizzare bellissime feste di compleanno, personalizzate e a tema, invitando fino a 12 amichetti, purché si decida per un giorno dal lunedì al venerdì e si termini entro tre ore. Per prenotare una festa basta scrivere una mail a kuni@kibaproject.it oppure telefonare al numero 3489759927.

2-Kunikids-1280x800

credits Radio NBC

La struttura prevede bellissime attrazioni e stanze dedicate: dalla struttura per arrampicare allo scivolo, il nido dell’aquila, il palcoscenico e l’immancabile zona relax. In linea con il tema leggende ecco la caverna nella roccia e persino una sala per il gioco attivo. Ci sono laboratori creativi e un angolo per le costruzioni. Per chi non vuol farsi mancare un po’ d’aria ecco la terrazza all’aperto.

4-Kunikids-1280x800

credits Radio NBC

Ora che abbiamo scoperto cosa succede in questo parco divertimenti all’interno del Twenty, dovete sapere che incontrerete e scoprirete la storia leggendaria di un sacco di amici di Kuni: MOLTINA la principessa trasformista, SILLA la sirenetta dei laghi alpini, SPINA DE MUL simpatico e un po’ dispettoso e il folletto dei boschi EVON. Ci piace un sacco questa idea!

Ecco gli orari di apertura del parco: dal lunedì al venerdì dalle 14:00 alle 20:00; il sabato e la domenica dalle ore 10:00 alle ore 19:00. L’accesso per i bambini dai 3 agli 11 anni è possibile per un massimo di 3 ore (quanto basta per un “signor shopping”).
Ogni ora di “parcheggio” dei piccoli pagherete 2,50 euro (considerando che il massimo è tre ore con 7,50€ ve la caverete). Sono persino disponibili tessere fedeltà (15 ingressi + 1 ingresso gratuito) e sconti per le famiglie numerose: ingresso gratuito a partire dal terzo figlio.

L’idea ci piace e speriamo che anche qui in zona decidano di portarsi un po’ avanti con questo tipo di iniziative, oltre che con lo svecchiamento di alcuni centri commerciali.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *