Tag > fattorie in Trentino

Animali: posti poco conosciuti per vederli dal vivo

C’è un modo sicuro per convincere i miei figli (anche Samuel che solitamente è più riluttante) a uscire di casa anche quando la voglia di muoversi scarseggia: usare la frase “Ci sono un sacco di animali da vedere!“.

Adesso che piano piano arriva la bella stagione, le stalle si aprono e gli animali della fattoria iniziano a fare capolino nei prati, certo, ci vuole ancora un mesetto prima di vedere i pascoli verdi con le mucche che riposano pacifiche nell’erba, ma intanto perché non prepararsi spiritualmente a tutte le belle passeggiate della bella stagione?

Ecco 5 idee imperdibili e soprattutto non scontate  per chi ama gli animali.

  1. azienda-agricola-profumi-di-campagnaL’azienda agricola Profumi di Campagna. Io vi avevo avvertito, ci siamo stati in autunno inoltrato, praticamente a fine stagione ma mi ero ripromessa (no, diciamo le cose come stanno) vi avevo minacciato di ripetervelo in ogni momento finché non vi foste decisi ad andare a trovare la fantastica famiglia di Danila. Tra coniglietti, lama, pecorelle, caprette, pesciolini qui si fa scorta di buon umore e si esce, tra l’altro con la pancia piena grazie alle meravigliose (anche per gli onnivori) merende vegane preparate in casa.
  2. 20150904_142529Le Vie degli asini. Noi ci siamo stati in una calda giornata estiva, e qualche ora mi è bastata per innamorarmi della quiete di questa fattoria nascosta tra le montagne che proteggono Fiavé e tutta la vallata circostante. Qui è possibile passare un pomeriggio in simbiosi con gli asini, animali intelligentissimi che non mancheranno di conquistare anche il cuore più duro. Provare per credere: ne uscirete trasformati!
  3. BodyPart (3)Paneveggio e il recinto con i cervi. Maestoso, grandissimo e fiero, il cervo è, tra gli animali del bosco, sicuramente uno dei più emozionanti da incontrare (a parte l’orso ok… ma lui per altri motivi). In val di Fassa sono tantissime le passeggiate a misura di bambino, una su tutte il sentiero (sterrato ma carrabile) che porta alla malga Venegiota, primo tratto della passeggiata che porta a Baita Segantini, quindi, quando si è in zona non dimenticatevi di fermarvi un po’ ad ammirare i cervi in semi libertà che si trovano all’interno della riserva.
  4. Al Pra dei Aseni. In Baselga del Bondone si possono passare indimenticabili giornate a coccolare gli animali della fattoria o a fare  passeggiate con gli asinelli o le caprette. Samuel, fortunello, c’è stato l’autunno scorso ed è da allora che Gaia mi assilla che “vuole andarci anche lei, perché non è giusto“. Noi ci torneremo sicuramente!
  5. L’Athabaska athabaska ci piace così tanto che ci siamo andati in tutte le stagioni: in inverno con la neve si fanno delle indimenticabili passeggiate sulle slitte trainate dai cani a Malga Darè (Madonna di Campiglio) mentre nella bella stagione nella fattoria di San Lorenzo in Banale si possono accarezzare e portare a passeggio i lama o praticare il dog trekking (camminare “trainati” dai cani… il sogno di tutti i pigri!”)

E poi… no davvero le mete sono così tante che scriverle tutte sarebbe impossibile. In questo articolo abbiamo deciso di raccontarvi dei posti meno conosciuti che per un motivo o l’altro ci hanno colpito, ma per tutte le idee non dovete fare altro che dare un’occhiata alla nostra sezione sulle fattorie: avrete solo l’imbarazzo della scelta!