Una valida alternativa al classico giro delle Malghe di Proves (Cloz, Revò e Kessel) è la Malga di Lauregno, sempre raggiungibile dal parcheggio Hofmahd. Aperta in inverno con la ristorazione solamente la domenica, durante gli altri giorni è comunque aperta per una parte, permettendo a chi arriva di rifugiarsi all’interno per mangiare qualcosa portato da casa o riposarsi un po’.

Si parte sempre dal parcheggio Hofmahd, oltre il paesino di Proves, sul confine tra la Val di Non e la Val d’Ultimo. Si seguono le indicazioni (rispetto all’entrata del parcheggio in fondo a sinistra) e in 45 minuti circa di strada forestale si arriva alla Malga di Lauregno. E’ possibile salire anche lungo il sentiero (indicato a 10 minuti dalla partenza sulla sinistra, ma attenzione se c’è troppa neve perché potrebbe essere difficile individuare la segnaletica bianca e rossa sugli alberi), anche se io lo consiglierei solo in estate.

Passeggiando avrete presto sulla destra una bella vista sulla catena montuosa delle Maddalene e sulla Malga di Cloz, la prima delle malghe posizionate dall’altra parte della valle.Proseguendo nel bosco, in un itinerario poco frequentato durante la settimana, in leggera salita (tranne un breve tratto di lieve discesa, non pensate di aver sbagliato strada… è proprio così!) arriverete facilmente alla meta.

Belle le altalene con vista sulle Dolomiti di Brenta, così come la vista su buona parte della Val di Non.

Malga Lauregno (340.7871828) è la classica malga di una volta, spartana, ma decisamente autentica. Gestita bene da una famiglia altoatesina che propone pochi piatti della loro tradizione, ma decisamente gustosi. Non abbiate fretta, loro non ne hanno 🙂 Troverete proposte di questo tipo: lasagne, frittata in brodo, minestra d’orzo, kaiserschmarren, torte fatta in casa. Prezzi decisamente bassi, qualità molto buona!

Tre tavolate in legno all’aperto, una quindicina di posti dentro. Quindi meglio arrivare presto! E comunque mangiare all’aperto con una vista così è decisamente impagabile.

Per chi vuole camminare ancora un po’ si può proseguire in un’oretta fino a Malga Castrin (chiusa in inverno). Altrimenti si torna dalla stessa strada dell’andata. Se volete portare con voi una slitta (loro non le affittano) quando la strada è battuta sarà molto divertente scendere rapidamente (ma non troppo!) nel bosco.

Una bella idea: raggiungere la domenica la Malga di Lauregno, mangiare, tornare al parcheggio e poi andare a fare merenda alla Malga di Cloz o Revò con una bella fetta di torta!