Malghe di Valmigna: gusto e panorama!

Oggi vi proponiamo una bella passeggiata che abbiamo avuto l’occasione di fare negli scorsi giorni, semplice e adatta a tutti (non con i passeggini), vi regalerà un itinerario immerso una natura spettacolare e incontaminata del Monte Cavallo. Come arrivare al punto di partenza? Prendete l’autostrada A22 fino a Vipiteno e  proseguite fino al parcheggio (libero) della cabinovia del Monte Cavallo,che in un quarto d’ora ci porta a 1860 metri. Nelle varie indicazioni proposte imbocchiamo il sentiero n. 19 malghe di Valmigna, che ci conduce quasi subito vicino ad un delizioso campo giochi, subito dopo ecco le caprette e poi a seguire i simpatici lama.

Dopo un breve tratto in salita troviamo un piccolo, ma interessante orto botanico che ci permette di conoscere le piante del luogo. Poco più avanti un bel laghetto immerso nel verde, sarà forse un uccellino quell’enorme masso che si vede sul limitare?

Si passa quindi in mezzo ad un bosco spettacolare dove in questo periodo occhieggiano genziane e rododendri e un’infinità di fiori coloratissimi.

Il sentiero è in discesa con all’inizio simpatici scalini in legno, in lontananza un bel panorama sulle alpi dello Zillertal. Dopo un’oretta ecco apparire le malghe di Valmigna: dieci case con tre malghe .

Noi abbiamo mangiato alla prima Vallmingalm dove una deliziosa signora ci ha raccontato, con passione ed entusiasmo,  come la sua cucina privilegi i piatti di una volta, tramandati di generazione in generazione. Il marito invece produce anche il famoso formaggio grigio, dei tomini alle erbe che abbiamo assaggiato e il burro. La nostra scelta cade su un tris di canederli e ravioli agli spinaci buonissimi! Ma potevamo fermarci qui?!? Ecco allora un superbo strudel di pasta frolla con la vaniglia calda e le frittelle di pane e di mele, ormai introvabili, che si sciolgono in bocca… la signora sorride ed è felicissima delle nostre espressioni estasiate.

Sentendoci un po’ in colpa per l’abbuffata allunghiamo di un’oretta la passeggiata lungo il sentiero che prosegue proprio sopra alla malga, per ammirare altri paesaggi incontaminati dove grosse mucche stanno pigramente al sole.

Per il rientro vi consigliamo di seguire lo stesso percorso fino ad arrivare alla cabinovia (da fine giugno a inizio settembre chiude alle 17.30, quindi occhio all’orologio). Consigliata, prima del rientro a casa, una passeggiata nello splendido centro di Vipiteno.