Questa è una di quelle passeggiate in cui ci si riempie gli occhi di sfumature incredibili di colori perché l’acqua del Sarca di Nambrone, che è l’indiscussa protagonista di questo percorso, regala giochi e colori davvero unici. Siamo in Val Nambrone a Campiglio, proprio dentro al Parco Naturale Adamello Brenta.

La passeggiata ad anello si snoda lungo il sentiero del parco naturale fino al rifugio Nambrone e si chiama “Sentiero Amolacqua” e non a caso perchè qui torrenti, conche d’acqua, spruzzi, pozze, laghetti la fanno da padroni. Tra l’altro, con un minimo sforzo regala una vista spettacolare sulla cascata d’Amola, che racchiude il fascino selvaggio tipico di questi salti naturali dell’acqua, racchiusa tra il verde del bosco e con diversi punti panoramici.

É un percorso semplice per famiglie che non ha dislivello, è lungo meno di un chilometro e mezzo ed è di breve durata (circa 45′). Pur essendo adatto a tutti, anche ai piccolini o a chi non cammina volentieri, permette di godere appieno del paesaggio torrentizio della Val Nambrone. Qui ci sono anche spazi adeguati per i pic nic. Se non si fuoriesce dal percorso tracciato si può percorrere anche con un passeggino da trekking. 

Incamminandosi nel sottobosco si attraversano tante passerelle e ponticcioli sotto i quali passano torrenti turchesi, passando per prati e mirtillaie (slurp!), fino alla Cascata d’Amola, appunto.

Ci sono moltissimi prati che sono molto invitanti per un picnic in famiglia e noi abbiamo apprezzato la bellissima altalena che regala un volo nel verde e nell’azzurro di questi luoghi incontaminati.
La passeggiata parte dal rifugio Nambrone (aperto dal 23 maggio al 1 novembre, 0465 503923, 338 5723043) a 1350 metri di altitudine ed è ben segnalata con dei pannelli esplicativi che ricordano l’importanza delle risorse d’acqua in montagna.

Per intraprendere questo sentiero arrivando da Pinzolo lungo la statale che porta a S. Antonio di Mavignola deve imboccare  a sinistra il bivio per la Val Nambrone poco prima del paese, su ampio tornante, per poi seguire le indicazioni per i rifugi Cornisello e Segantini percorrendo la lunga e stretta strada asfaltata fino al Rifugio Nambrone che ha un ampio parcheggio gratuito. La Val Nambrone non è servita da mezzi pubblici.

Per chi vuole fare un’escursione un po’ più lunga è consigliato raggiungere il Rifugio Cornisello a 2120 metri di altitudine (per altro raggiungibile anche in auto) partendo proprio dalla cascata d’Amola o dal Rifugio Nambrone. Questo sentiero è tutto a quota circa 1500 m.s.l.m. e si sviluppa all’interno di boschi di faggio e abete e dei pascoli di malga Amola. Dura circa 40 minuti ed è facile.

Info:
APT S.p.A. Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena
tel.0465447501
info@campigliodolomiti.it