Che panorama dal Belvedere!

Il modo migliore per iniziare il weekend? Una bella escursione sulla neve fresca!! Visto il tempo un po’ instabile oggi abbiamo optato per un percorso non troppo impegnativo e al di fuori degli itinerari più battuti… Eh si dobbiamo ammetterlo, camminare sulla neve e lasciare le nostre impronte prima di tutti ci da quella sensazione di avventura che ci piace proprio. 🙂

Partiti da Trento, abbiamo percorso la strada che passando da Vigolo Vattaro e il valico della Fricca ci porta sull’altopiano di Lavarone, qui dopo aver raggiunto la frazione Bertoldi, ci siamo diretti al piccolo abitato di Slaghenaufi dove abbiamo lasciato la macchina nel primo parcheggio che trovate sulla vostra destra.

Da qui parte un sentiero che conduce alla Baita Belem e al punto panoramico del Belvedere la nostra meta giornaliera. La strada forestale è comoda e il dislivello contenuto, vi consigliamo vista la neve che può coprire alcune tabelle e segnali, di seguire sempre le indicazioni per monte Cimone e tenervi sulla strada principale.
lavarone-iltrentinodeibambini
Se avete un bob potrebbe essere una bella idea portarlo con voi e utilizzarlo nei tratti più in pendenza. In circa un’oretta si arriva a Baita Belem e da qui si raggiunge il Belvedere in circa 10 minuti.
baita-belem-lavarone
Quest’ultimo tratto è il più impegnativo ed esposto, per questo motivo vi consigliamo di tenere i bambini per mano. Una volta raggiunto il punto panoramico il paesaggio che vi aspetta è incantevole spaziando dal monte Bondone, al Lagorai, e nel fondovalle la fanno da padroni il lago di Levico e Caldonazzo.
belvedere-lavarone-valsugana

Durante il ritorno abbiamo optato per un pranzetto allo chalet Tana Incantata che si trova direttamente sulle piste da sci ed è facilmente raggiungibile con una deviazione di circa un quarto d’ora (ben segnalata). Il locale è molto bello ed accogliente e si possono trovare i piatti tipici della cucina trentina. Noi abbiamo scelto degli strangolapreti con la fonduta di formaggio Vezzena e del “tonco de pontesel” con polenta di patate e classica, tutto ottimo! Unico suggerimento, nel weekend evitate le ore di punta, essendo sulle piste lo chalet è molto affollato. Da qui in circa 25 minuti si raggiunge tranquillamente la macchina.
tanaincantata-lavarone-iltrentinodeibambiniScendendo verso la fraz. Bertoldi, se i bambini hanno ancora energie, non perdete l’occasione di provare la discesa coi gommoni e la slittinovia del Baby Park Neveland.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *