Davvero splendida in ogni stagione, l’Alpe di Villandro anche d’inverno ci regala tanti spunti per vivere al meglio una giornata con i vostri bimbi. Un’Alpe a misura di famiglia che saprà sicuramente conquistarvi oltre che per la splendida natura, anche per le malghe e rifugi che offrono sempre ottimi servizi!

Punto di partenza di tutte l’escursioni è l’ampio parcheggio proprio di fronte alla Gasser Hütte (costo 6,00 euro per l’intera giornata). Per raggiungerlo se arrivate da Trento vi consigliamo di prendere l’autostrada fino all’uscita di Chiusa e da lì seguire le indicazioni per l’Alpe di Villandro.

I sentieri che partono proprio nei pressi della Gasser Hütte sono sempre ben segnalati ed in alcuni tratti proseguono parallelamente alla pista da slittino. Non dimenticatevi infatti di portare una slitta o bob perché per il ritorno sarà molto bello utilizzarla. Le pendenze non sono eccessive e i vostri bimbi si divertiranno.

L’escursione che vi proponiamo è quella che porta alla Stöffl Hütte (2057 metri), sono circa 300 metri di dislivello dal nostro punto di partenza, ma il sentiero non presenta tratti impegnativi ed è sempre molto piacevole. Molto positivo il fatto che sia praticamente sempre soleggiato e, soprattutto con le basse temperature di questo periodo, non possiamo che apprezzarlo!

Dopo circa 20 minuti di passeggiata si raggiunge la Baita Mair in Plun, da dove si può ammirare uno splendido scorcio. All’esterno della malga si trova un’altalena ed alcuni giochi, molto bella in estate quando i bimbi possono anche incontrare gli animali.

Proprio da qui trovate il bivio per lo Stöffl Hütte, da qui il percorso è sempre lo stesso e non potete sbagliare. Proseguendo con molta calma mettete in preventivo un’ora e mezza di passeggiata (con bambini piccoli).

Il panorama diventa sempre più interessante man mano che si sale fino a raggiungere il rifugio, ideale per una pausa con vista e per gustare un tagliere in stile altoatesino mentre di fronte a noi si possono ammirare il Latemar, Sassolungo, Sassopiatto, Gruppo del Sella, Gruppo delle Odle e Sass de Putia.

Per il pranzo abbiamo invece deciso di scendere lungo lo stesso percorso e seguire poco dopo la Baita Mair in Plun, il sentiero alla vostra sinistra che porta alla Baita Rinderplatz.

Posticino molto carino, con un piccolo parco giochi e sculture di legno proprio dietro la struttura.

Una sicurezza quando vogliamo gustarci un buon pranzetto sull’Alpe di Villandro e molto comodo perché dista 15-20 minuti dalla macchina ed è perfetto se si vuole ammirare il tramonto prima del rientro.

Piatti ottimi come quantità e soprattutto bontà. Noi questa volta abbiamo provato la padella del boscaiolo con canederli e porcini nostrani, le costine di maiale con tortel di patate, salsine fatte in casa e cavolo cappuccio e un ottimo risotto alla barbabietola con schiuma di mela e rafano. Tutto squisito!

Come dolci abbiamo optato per tiramisù, rotolo al grano saraceno con crema ai frutti di bosco e il classico strudel!

In tutti i posti dell’Alpe di Villandro si mangia comunque bene e sono sicuramente delle piacevoli tappe per passare una bella giornata!

Eravamo già stati sull’Alpe di Villandro per provare l’escursione che porta al Corno del Renon, QUI il nostro racconto!

Info utili*:
Stöffl Hütte📞 338 7319464. Aperta tutti i giorni ad eccezione del lunedì dalle ore 8.00 alle 19.00.
Baita Rinderplatz📞 335 1438245. Aperta venerdì, sabato e domenica dalle ore 8.00 alle 19.00.
Baita Mair in Plun📞 335 474625. Aperta tutti i giorni ad eccezione del martedì dalle ore 7.00 alle 17.00.

*Sono possibili cambiamenti di orari nel corso della stagione e periodo invernale. Consigliamo sempre di contattare la struttura per avere la sicurezza!