Da undici anni musica e teatro di figura animano il chiostro del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di San Michele all’Adige per “Le notti di San Michele”. Anche quest’anno infatti quattro spettacoli di burattini con musica dal vivo accolgono il pubblico di tutte le età ogni sabato sera di settembre, con la direzione artistica di Luciano Gottardi, burattinaio trentino. Quest’anno inoltre, prima di ogni spettacolo ci sarà la possibilità di sfamarsi con piccola ristorazione a cura delle associazioni locali e di seguire delle visite guidate tematiche a una sezione del Museo. Sono proposti inoltre due laboratori didattici sul tema della carta:

Festival dei burattini in musica (direttore artistico Luciano Gottardi) XII edizione

SABATO 3 SETTEMBRE

  • a partire dalle ore 19.00 possibilità di piccola ristorazione a cura del Gruppo Alpini di San Michele all’Adige
  • ore 20.00 visita guidata alla sezione del Museo dedicata ai riti dell’anno
  • ore 21.00 spettacolo teatrale “Storie di un albero” con “La casa degli gnomi” di Lucia Oselieri – Ingresso € 1, gratuito per coloro che ne hanno diritto
    Protagonista dello spettacolo è un grande albero centenario che con l’arrivo della primavera si colora e si anima di suoni e piccoli abitanti del bosco. L’albero ha tante storie da raccontare, storie di animali, gnomi, orchi e briganti. Nella seconda parte entra in scena gnomo Pistacchio con tutta la sua famiglia e in particolare l’ultimo nato, Nocciolino. Fra bastonate furbizie e risate, il pubblico è protagonista fino al lieto fine della storia. Testi di “L’orco ortolano” originali di Alessandro Gigli. Altre storie liberamente adattate da Lucia Osellieri, animatrice e interprete. Burattini e scenografia sono di Massimo Galletti.

SABATO 10 SETTEMBRE 2022

  • a partire dalle ore 19 possibilità di piccola ristorazione a cura del Gruppo Alpini di San Michele all’Adige
  • ore 20.00 visita guidata alla sezione del Museo dedicata alla lavorazione del legno”
  • ore 21.00 spettacolo teatrale “Il mercante di legnate” con la Compagnia “Bambambambin” di Paolo Rech – Ingresso € 1, gratuito per coloro che ne hanno diritto
    Arlecchino, povero in canna, coltiva l’ambizione di sposare la figlia del Re, il quale, naturalmente, la vuole dare in moglie ad un uomo bello e intelligente, purché anche ricco. Arlecchino si mette così in affari, vendendo quello che ha sempre ricevuto: “sonore” legnate! Commerciante onesto, darà ad ognuno il suo, insegnando a tutti a non fare agli altri quello che non vorrebbero fosse fatto a loro. con: Paolo Rech (burattinaio) e Nelso Salton (polistrumentista)

SABATO 17 SETTEMBRE

  • a partire dalle ore 19 possibilità di piccola ristorazione a cura di “gli Amici della Musica”
  • ore 20.00 visita guidata alla sezione del Museo dedicata all’alpeggio e alla produzione casearia
  • ore 21.00 spettacolo teatrale “Il grande Bo ed il piccolo Picò” con “Tearticolo” di Matthias Träger – Ingresso € 1, gratuito per coloro che ne hanno diritto
    Da una parte c’è il Grande Bo, imponente, grosso e pigro ma pacifico e buono. Dall’altra parte c’è il Piccolo Pikò, grande solo la metà, dotato però della doppia energia, svelto, agile e veloce. Questi sono i nostri protagonisti delle due narrazioni della serata: La colazione” e “Il Fiore del Grande Bo”. Non potrebbero essere più diversi ma nonostante ciò sono sempre buoni amici… o forse quasi sempre.  Idea, figure, scena e rappresentazione: Matthias Träger Regia e musiche originali: Peter Kirsch Collaborazione artistica: Anja Schindler

SABATO 24 SETTEMBRE

  • a partire dalle ore 19 possibilità di piccola ristorazione a cura della Pro Loco
  • ore 20.00 visita guidata alla sezione del Museo dedicata alle fibre tessili e alla loro lavorazione
  • ore 21.00 spettacolo teatrale “Teste di legno, storie d’ingegno” con Alessandro Gigli – Ingresso € 1, gratuito per coloro che ne hanno diritto
    Un classico del teatro di animazione con storie semplicissime di amori contesi, lotte furibonde, sfide terribili, con padroni e servi, madri possessive e belle fanciulle, l’immancabile coccodrillo e cuori da conquistare. Ad impreziosire lo spettacolo non mancano giochi di parole, assonanze, rime, grandi quadri che magicamente appaiono aprendo la baracca e l’accompagnamento musicale dell’organetto di Barberia. Con: Alessandro Gigli Burattini, oggetti e baracca: Massimo Galletti e Lucia Osellieri Regia: Tomas Jelinek

LABORATORI AL MUSEO

Mercoledì 14 settembre

  • a partire dalle ore 19 possibilità di piccola ristorazione a cura del Gruppo Alpini di San Michele all’Adige
  • ore 20.30 laboratorio per tutte le età “Origami tra arte e scienza” a cura di Alessandra Lamio – Ingresso € 1, gratuito per coloro che ne hanno diritto
    Una serata all’insegna della creatività durante la quale i partecipanti realizzeranno vari modelli di origami, semplici ma interessanti. Ogni tipologia sarà spunto per un breve approfondimento su un diverso aspetto dell’origami moderno, in base alla tecnica utilizzata o alle curiosità del pubblico. Saranno inoltre mostrati modelli più complessi di generi e stili differenti di origami.

Mercoledì 21 settembre

  • a partire dalle ore 19 possibilità di piccola ristorazione a cura del Gruppo Alpini di San Michele all’Adige
  • ore 20.30 laboratorio per tutte le età “Suminagashi: l’arte giapponese di marmorizzazione della carta” a cura di Lorenzo Pontalti – Ingresso € 1, gratuito per coloro che ne hanno diritto
    Suminagashi (inchiostro fluttuante) è il nome della tecnica giapponese per marmorizzare la carta che crea eleganti decorazioni grazie al fluttuare di linee di china e fiele di bue sulla superficie dell’acqua, assorbite dalla carta. Ogni partecipante potrà creare la sua carta marmorizzata.

Il museo sarà aperto con orario continuato fino a fine serata

Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina
Via Edmund Mach, 2
38098 San Michele all’Adige (TN)
tel. 0461 650314 – fax 0461 650703
www.museosanmichele.it

0 Condivisioni