Che da anni la MiniFilarmonica, in seno alla Società Filarmonica di Trento, si rivolga direttamente anche ad un pubblico molto giovane dai 5 ai 11 anni non è una novità. La novità è la nuova formula digitale dei concerti speciali che animeranno questa edizione. Da sempre i concerti della MiniFilarmonica sono qualcosa in più di un normale concerto: piccoli spettacoli in cui la musica viene presentata usando i modi del teatro e dell’animazione, del racconto e della sorpresa, coinvolgendo palcoscenico e platea.

In genere erano quattro gli appuntamenti distribuiti fra primavera e autunno, durante il periodo scolastico, il pomeriggio del sabato nella Sala Filarmonica. Purtroppo la pandemia non consente di incontrarsi dal vivo e così la Società Filarmonica di Trento ha scelto di investire sulla registrazione di questi concerti, che saranno disponibili nella pagina dedicata ai VIDEO  del nuovo sito.

Si tratta di tre nuove produzioni, curate dalla Filarmonica, in collaborazione con La Seggiolina Blu, su progetto letterario di Soledad Rivas e sotto il coordinamento artistico di Alessandro Arnoldo. Un percorso fatto di musica, testi ed illustrazioni e guidato dalla voce narrante di Federica Chiusole.

“Rodaripedia” (già online cliccando QUI) è un breve viaggio tra le opere di Gianni Rodari, nel centenario della sua nascita. La musica jazz dei Nik Lee and The Marcos accompagna questa lettura, animata dai disegni di sabbia di Nadia Ischia.

“Mentre tutti dormono” (online dal 19 gennaio) riprende il mondo fiabesco di Astid Lindgren, una delle scrittrici per l’infanzia più conosciute al mondo, che ha speso il suo impegno nella difesa dei diritti dei bambini, degli animali, della pace e della convivenza, contro ogni forma di sopraffazione. Alla voce di Federica Chiusole, si uniscono la musica multietnica dello Yasemi Trio e le illustrazioni di Giorgia Pallaoro.

“La Storia di Babar” (online dal 27 gennaio) scritta e disegnata nel 1931 da Jean de Bruhnoff, testimone dei racconti che la moglie Cecile regalava ai suoi bambini, la notte, prima di dormire. Un piccolo romanzo di formazione, triste ma divertente, poetico e pieno di fantasia. La storia è semplice, una metafora della ricerca della propria identità e una parabola sul significato di civiltà. Francis Poulenc, intorno al 1940 si trovava a suonare il pianoforte in famiglia, con amici e una sua nipotina, che si annoiava nel sentirlo suonare le sue composizioni, propose allo zio di mettere in musica la sua storia preferita: “Zio, che noiosa questa musica, perchè non scrivi la musica per questo?” e gli dette il suo libro di Babar l’elefantino. Interpretata al pianoforte da Stefano Visintainer e Marco Rinaudo, con la voce di Federica Chiusole e i disegni di sabbia di Nadia Ischia. Le riprese audio e video sono a cura di Giacomo Plotegher e Marco Carbone. Il costo del biglietto è di 5 euro.

Per info e dettagli, potete visitare il sito della Società Filarmonica di Trento, cliccando QUI

Società Filarmonica di Trento
Tel. 0461.98 52 44 – ufficio Lu-Ma-Me-Ve 8.30-12  – info@filarmonica-trento.it www.filarmonica-trento.it