Tante sono le mamme che vivendo con gioia il momento dell’allattamento vorrebbero fermare il tempo per poter godere della relazione unica e insostituibile che si instaura con il proprio bebè durante i momenti di contatto. Pamela Cosentino, mamma e imprenditrice, ha trovato il modo perfetto per cristallizzare questi attimi di unione attraverso una tecnica unica che aveva intravisto negli States, ma che lei stessa insieme al suo team, dopo oltre sei mesi di studi, è riuscita a migliorare e perfezionare, tanto da averne una ricetta infallibile e da poter registrare un marchio: “Ricordi sotto chiave”. Di cosa si tratta? Della creazione di gioielli speciali che contengono latte materno, in sostanza un piccolo miracolo d’amore.

Se la cosa vi suona un po’ strana lo comprendiamo, ma i prodotti di “Ricordi sotto chiave” sono davvero belli e racchiudono un segreto incredibile, quello del latte materno, che ogni mamma (ma anche qualche papà ci scommettiamo) vorrebbe conservare per sempre. Potrebbero sorgere dubbi sull’autenticità del contenuto e sulla salubrità dei materiali in effetti, ma non vi preoccupate: gli oggetti (perché non solo di gioielli si parla) che Pamela e il suo staff creano nel laboratorio di Trento di via Solteri 77/1 sono certificati persino dall’Università degli studi di Bologna, facoltà di biologia. Si può dunque stare tranquilli: il latte materno c’è, lo prova il DNA che ne è risultato dagli esami e insieme a una serie di stabilizzanti che permettono al latte di non ammuffire o incappare in altri processi di decomposizione, crea la parte preziosa degli oggetti ideati da Pamela.

É stato proprio il desiderio di Pamela in quanto mamma, con l’aiuto di Arianna, a dar vita a questa nuova realtà che dà la possibilità a tante mamme oggi di fare lo stesso.

Come fare se si vuole ordinare qualcosa da Ricordi sotto chiave?
É semplicissimo: basta contattare Pamela o, se si è sul territorio di Trento, recarsi al laboratorio di via Solteri, 77/1, una sede tutta nuova che trovate anche alla pagina facebook “Coccolami Shop di Ricordi Sotto Chiave” oppure scegliere online la base che si desidera tra i tanti anelli, ciondoli, bracciali, orecchini (guarda QUI la serie) per poi contattare Pamela o, in alcune regioni, anche le referenti sul territorio. 

Per procedere alla creazione poi, alla mamma che ha già scelto il gioiello o l’oggetto che le piace, viene richiesto l’invio del latte: in media* l’equivalente di un cucchiaio da minestra che, se deve essere spedito, va sigillato in un palloncino da festa con un bel nodo stretto (non servono sacchetti o provette) e in seguito confezionato in una busta o in una scatolina, che rimane la cosa migliore per farlo arrivare a Trento integro.  Il latte non deve esser congelato e siccome per chi produce il gioiello è importante il colore e non il fatto di esser commestibile, si può conservare in frigo fino alla spedizione. Il ritardo nella spedizione non altera il colore e quindi si può stare tranquilli e la spedizione può essere fatta in tutta Italia nelle modalità che trovate QUI.  (*in media, perché poi dipende dalle dimensioni della base che viene scelta).

Sfogliando la official page Facebook di Ricordi Sotto chiave ci siamo lasciati commuovere da questa frase (a corredo di una foto che riportiamo sotto), che ci ha fatto capire il valore di questo progetto anche per quando i bambini di chi acquista questi pezzi unici saranno cresciuti:
“Appena arrivata😍😍 grazie ragazze! E pensare che un giorno la indosserà lei…ancora più emozionante! ” Valentina

Un suggerimento che arriva dall’esperienza di Pamela è quello di non avere fretta nello spedire il latte entro i primi mesi di vita, perché il primo latte é molto grasso e addirittura potrebbe compromettere la ricetta, quindi è bene godersi il momento e pensare successivamente a questo bel regalo. Se qualcuno invece desidera regalare un prodotto “Ricordi Sotto Chiave” può sempre usufruire di un buono sconto, QUI viene spiegato come e, in tempi natalizi, potrebbe essere proprio un’ottima idea! 

Le idee di Pamela sono tantissime in realtà e non riguardano solo il latte perché sul sito e nello show di via Solteri trovate tantissime proposte come quella sfiziosa “Ogni riccio un capriccio” per conservare una ciocchetta di cappelli dei vostri piccolini oppure il kit per il calco della manina o le idee per conservare i dentini dei piccoli. Oltre a questo tanti prodotti per la cura del bebè, per il portare e per l’arredamento della cameretta. Insomma: potete sbizzarrirvi insieme a Pamela, a cui non manca di certo l’entusiasmo, nel trovare il giusto prodotto per voi o per fare un bel regalo!
Inoltre da Ricordi Sotto Chiave si possono trovare informazioni su fasce e marsupi ergonomici e ad arricchire il tutto c’è la collaborazione con le Consulenti del portare e dell’allattamento in Trentino e da qualche tempo anche con la realtà “Il Melograno”