Natale chiama e Timothy risponde

imageA casa mia già si parla di Natale, complici i tanti mercatini che aprono, le luminarie e il fatto che io aspetto Natale tutto l’anno come un dono. I miei figli hanno preso da me e oggi Timothy era decisamente in modalità Christmas perché ha voluto destreggiarsi con un lavoretto di recupero a tema. Noi che siamo da sempre accumulatori seriali di materiali utili per i lavoretti avevamo fatto scorta di rotolini della carta igienica finita che oggi, finalmente hanno trovato nuova vita.

Ecco l’albero di Natale da appendere tutto handmade di quel pazzerello di Timmy. Vi piace? Ci sono serviti appunto: i rotolini (circa una decina ), la colla a caldo, la cucitrice, nastrino rosso e decorazioni varie a piacere (noi abbiamo usato i resti di pacchetti regalo ecc..).image

Bisogna tagliare ogni rotolino in tanti cerchietti più o meno di 1 cm di spessore e poi assemblare l’albero avvicinando uno all’altro i cerchietti, un po’ come quando si compone un grappolo d’uva. Si spillano fra loro i vari anelli e quando tutto ha preso forma, anche schiacciando e ovalizzando i vari anelli, si comincia a decorare con un puntino di colla a caldo per ogni addobbo.

Se lo si vuole appendere basta fissare dietro, in verticale, un anello che farà da gancio. Timothy lo ha usato per decorare la sua stanza e ne va molto fiero. image

Gli era rimasta ancora un po’ di creatività repressa e così ha realizzato (mentre tentavo di riordinare senza risultati) un albero di Natale ricicloso con i tappi di plastica (ho trovato fortissima la sua idea di usare il tappo verde del detersivo come fusto dell’albero 😉 ) e un pupazzo di neve da appendere all’albero sempre con i tappi.image

W i lavoretti di Natale insomma! 😉

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *