Splendida passeggiata al Lago di Caldaro

Il lago di Caldaro (40 minuti da Trento circa), una metà ideale per adulti e bambini, per passare una piacevole giornata immersi nella natura, tra boschi, canneti e vigneti. Si estende in una conca fra il massiccio della Mendola a ovest e il Monte di mezzo a est ed è il lago balneare più caldo di tutto l’arco alpino, conferendo all’intera zona un fascino particolare. Passeggiata sempre molto bella, in primavera per la temperatura mite e la ricca vegetazione, ma anche in autunno tra i caldi colori che assumono piante e cespugli.

Noi abbiamo lasciato la macchina nella parte sud del lago in un comodo parcheggio sterrato e da qui abbiamo preso il segnavia n°3, percorrendo il giro in senso antiorario. Il percorso totale è di circa 9 km, per lo più pianeggiante e comodamente percorribile anche con passeggino. Per i più grandicelli è possibile muoversi anche in bicicletta.
Lungo la strada abbiamo incontrato un osservatorio di uccelli acquatici, una costruzione in legno con tanto di terrazza che i bambini hanno subito conquistato come fosse un fortino, divertendosi ad osservare il paesaggio dalle finestrelle e fingendo di avvistare potenziali nemici.

La loro avventura è continuata poi sul pontile in legno, appositamente costruito per permettere di attraversare una parte del canneto che caratterizza la zona sud del lago.

Siamo quindi giunti sulla strada principale, asfaltata, che fiancheggia comodamente il lago; noi però abbiamo preferito prendere il sentiero sterrato, in leggera salita in alcuni punti (percorribile anche con il passeggino), che passa sopra, permettendo così ai nostri piccoli bikers di sperimentare un nuovo tracciato (senza doversi preoccupare delle auto) e a noi adulti di godere di una vista sull’intero lago e sulle colline circostanti.


Dopo circa un ‘ora e mezza (compresa una piccola sosta) siamo arrivati nella zona del Lido dove ci siamo fermati a salutare delle simpatiche paperelle.


Dopo aver recuperato le energie, superato lo stabilimento del lido, abbiamo imboccato un ‘ampia strada battuta tra meleti da una parte e vigneti dall’altra, che ci ha portato al punto di partenza (in quest’ultimo pezzo si deve attraversare la strada provinciale e fare un piccolo pezzo lungo il marciapiede).


Se siete in questa zona, un’altra bella passeggiata, (non adatta però a passeggini) è quella che conduce a Castelchiaro, antico castello che si affaccia sulla vallata, regalando una vista meravigliosa. Noi ci siamo stati, ecco QUI il nostro racconto. Non distante dal lago di Caldaro, meritano senza dubbio una visita anche i caratteristici  laghetti di Monticolo.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *