Un libro utile per insegnanti e mamme : "Giro, Ghirotondo"

Ok, lo so, le mamme non possono e non devono sostituirsi alla scuola, alle maestre e ai metodi super efficaci e iper rodati in merito all’apprendimento. Fin qui non ci piove. Ma mettete un sabato pomeriggio uggioso, compiti e compiti da svolgere, esercizi di grammatica, noiosi e un po’ difficilotti. Mettete una mamma a corto di idee per alleggerire il carico e dare una mano concreta (o anche un papà potete immaginare, ovvio). Mettete un libro e tanti piccoli spunti per imparare divertendosi. Ecco, “Giro, Ghirotondo” racchiude questo grande pregio: quello di unire il sapere di un simpatico illustratore (AntonGionata Ferrari), di un’autrice di libri per bambini e ragazzi (Cosetta Zanotti) e di una pedagogista, formatrice e autrice (Rossana Colli), per creare un libro di letture simpatiche (pensate che la dedica iniziale si rivolge a Gianni Rodari e Rudolf Steiner) ma soprattutto utili in cui si imparano giocando le regole di grammatica dei primi anni delle elementari. Parlare e leggere bene sono i due pilastri di base che animano, secondo le autrici, la capacità ortografica. All’inizio del volume c’è un breve vademecum di utilizzo dei testi proposti, in modo che la loro efficacia si esprima al meglio. Si toccano i suoni Ca-Co-Cu, la GN, SCI-sce-sciu-scia-scio, per citarne solo alcuni e la tanto odiata “a con l’acca”, incubo del 90% degli alunni italiani. Ve la ricordate “ARE, ERE, IRE l’acca fan fuggire”? Bene! Qui è scritta nero su bianco insieme a tante altre filastrocche soccorritrici di piccoli aspiranti scrittori italiani.
Io l’ho trovato un volume interessante, scritto in stampatello maiuscolo nero, con evidenziate le parte d’interesse. Utilizzabile anche da bambini con difficoltà di apprendimento, proprio per il carattere immediato e preciso.
Le filastrocche aiutano sempre, perlomeno ce le ricordiamo senza sforzo e alleggeriamo il carico (Di tutti).

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *