Malghe di Proves in inverno

Eravamo già stati in questi luoghi durante l’estate e ci era piaciuto tantissimo (QUI il racconto), ma anche in inverno le malghe sopra il paesino di Proves (Cloz, Revò e Kessel), circondate dalla catena montuosa delle Maddalene sono un itinerario meraviglioso. Se ha nevicato da poco portatevi le ciaspole, altrimenti sono sufficienti gli scarponcini perché la strada è sempre battuta. Non dimenticate inoltre di portare con voi il bob o la slitta perché potrete trascinare i bambini piccoli e al ritorno sarà divertente scendere.

Punto di partenza della nostra passeggiata è il parcheggio Hofmahd, al confine tra l’Alta Val di Non e la Val d’Ultimo. Per capire come arrivarci mettete sulla mappa o il navigatore “Proves” e poi continuate Da qui partono diversi itinerari, come quello verso la Malga di Lauregno (aperta in inverno solo la domenica). Per la nostra escursione dovete invece prendere la strada che inizia a sinistra della galleria che precede di poco il parcheggio. Il sentiero è ampio e ben visibile, cinque minuti di passeggiata in leggera salita e il paesaggio che vi troverete di fronte vi ripagherà già della sveglia mattutina.

La prima malga che si raggiunge è Malga Cloz (1732 metri, tel. 349 248 4637) a circa un quarto d’ora dal parcheggio. Molto facile. Qui i tetti innevati e lo splendido panorama con le Dolomiti di Brenta all’orizzonte ci regalano un’atmosfera veramente emozionante.

Proseguendo lungo il sentiero si arriva in circa mezz’ora di comoda passeggiata a Malga Revò (1735 metri, tel. 348 212 4868) la seconda delle tre malghe che andrà a toccare la nostra escursione.

La malga ha recentemente cambiato gestione, noi abbiamo pranzato qui e ne siamo rimasti molto soddisfatti: piatti buoni, personale molto gentile e prezzi onesti. Malga Revò è aperta in inverno solo a pranzo, dal martedì alla domenica.

Dopo esserci rigenerati con una deliziosa fetta di strudel e qualche fetta di torta super (solo 2,50 euro a fetta) abbiamo deciso di proseguire fino alla terza e ultima malga del nostro itinerario, Malga Kessel (1920 metri, tel. 338 677 4402, aperta in inverno sabato e domenica solo su prenotazione). L’itinerario prosegue in un leggero saliscendi e qualche breve tratto nel bosco. La malga è più piccola rispetto alle precedenti, ma gode di un’ottima posizione, ideale per una rilassante pausa seduti sulle comode panche esterne, mentre i bambini si possono divertire sulla neve senza alcun pericolo.

Dalla malga potete tornare al punto di partenza dallo stesso percorso in circa un’oretta di camminata. Da Malga Kessel scende inoltre un bel sentiero (percorribile anche con la slitta) che vi porta velocemente al paese di Proves. Per tornare al punto di partenza, al parcheggio Hofmahd vi serve però una macchina 🙂

Può essere un’idea raggiungere direttamente Malga Kessel partendo dal paese di Proves e tornare dalla stessa strada, troverete anche meno gente, ma sicuro è più impegnativo (500 metri di dislivello).

Come raggiungere il punto di partenza dell’escursione

Partendo da Trento dovete raggiungere Cles, poi proseguite per Revò e successivamente seguite le indicazioni per Proves e la Val d’Ultimo (SP28). Non prendete il bivio a sinistra per il paese di Proves, ma proseguite dritti in direzione Val d’Ultimo, pochi tornanti ancora e dopo una breve galleria troverete sulla vostra destra il parcheggio Hofmahd, punto di partenza della nostra passeggiata. Vi consigliamo soprattutto nei weekend (quando sono aperte le malghe) di non arrivare troppo tardi perché rischiate di non trovare posto.