Oggi vogliamo farvi scoprire un laghetto meraviglioso che si nasconde sul gruppo delle Maddalene in val di Non: il Goldlahnsee (2291 metri). In questa zona non è l’unico lago, infatti cartina alla mano potrete scovarne moltissimi.  Questa escursione ha come punto di partenza il Rifugio Maddalene o malga Val in val di Non  (1925 metri) raggiungibile in macchina da Rumo, un’ora da Trento, su ripida strada cementata (30 percento di pendenza), è obbligatorio richiedere il permesso gratuito presso il bar Lanterna a Rumo. In possesso del permesso seguite le indicazioni per località Lanza. Potete leggere il racconto della nostra notte in rifugio qui.

Dal rifugio seguire le indicazioni per Passo di Brez e seguite sempre il segnavia 133. Questa escursione è consigliata per bambini dai 5/6 anni abituati a camminare in montagna, il giro non presenza grandi difficoltà ma il sentiero è abbastanza stretto e risulta importante avere un passo sicuro. Per arrivare al Goldlahnsee impiegherete circa 1 ora e mezza (solo andata) con 430 metri di dislivello. I primi quaranta minuti sono tutti in salita ma con un panorama sul gruppo delle Maddalene e la val di Non davvero suggestivo.

I prati fioriti con mille colori regalano un paesaggio da cartolina. Arrivati sulla sella possiamo ammirare dall’alto la val d’Ultimo, da qui si scende ripidamente su terreno sconnesso seguendo sempre il segnavia. Oltrepassato questo tratto più impegnativo, il sali e scendi ci accompagnerà fino al laghetto.

Eccolo, il laghetto che appare all’improvviso, meraviglioso in superficie il riflesso delle montagne, l’acqua è a dir poco “freddina” ma non ci sono parole per descrivere la soddisfazione che lascia l’immergere i piedini nelle acqua ghiacciata dopo una camminata. Prendetevi il tempo per godervi questa pace, non è da tutti i giorni trovarsi in un posto così. Per il ritorno si segue lo stesso sentiero dell’andata.