Questo è un piatto che non ha bisogno di presentazioni: tutti più o meno conoscete i famosi “gnocchi” di pane! I canederli trentini vengono preparati con lo speck e potete preparane anche in grandi quantità. Sono buonissimi da cuocere anche dopo essere stati congelati, quindi un’ottima risorsa per quando siete di fretta. Ecco la nostra ricetta, tramandata dalle cucine delle nostre nonne.

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr di pane bianco comune raffermo
  • 2 uova
  • 1 etto e 1/2 di speck
  • 2 cucchiai di Trentingrana
  • pangrattato
  • cipolla tritata (appassita in un po’ di burro)
  • prezzemolo sminuzzato
  • 250 ml di latte tiepido

PROCEDIMENTO.

Tagliate a quadratini il pane e mettetelo in una ciotola. Sbattete le uova in un piatto, aggiungete il latte tiepido e il pane. Unite il composto in una ciotola. Aggiungete lo speck a quadretti, la cipolla fatta appassire precedentemente in un po’ di burro, il prezzemolo sminuzzato e impastare con le mani. Va aggiunto un po’ di sale, all’occorrenza anche un po’ di pangrattato per fare in modo che l’impasto sia consistente. La farina li rende duri, quindi meglio evitare.

Per formare i canederli prendete una porzione di impasto col cucchiaio e usate le mani per dare la classica forma rotonda. A seconda della misura ne verranno 8 o 10 pezzi.

Se si servono asciutti, cuoceteli in acqua bollente salata per circa 15 minuti e poi conditeli con burro fuso e Trentingrana. Si possono anche congelare. Una volta tirati fuori dal freezer si mettono direttamente nell’acqua bollente o nel brodo caldo, senza scongelare.

Altre varianti:

Non basta una buona ricetta, se non si hanno ottimi prodotti! Trovate l’elenco di quelli certificati a marchio Qualità Trentino QUI.

Cercate altre gustose ricette trentine? Le trovate QUI.

#qualitàtrentino #adv

 

429 Condivisioni